venerdì 11 aprile 2014

DOPO IL CONSIGLIO COMUNALE DI IERI SERA

Il sindaco di Mandello: “Affrancazione
dei livelli, un diritto dei cittadini”
MANDELLO - Il giorno dopo l’approvazione da parte del consiglio comunale del regolamento per l’affrancazione dei livelli che gravano sui terreni situati sul territorio del Comune di Mandello a favore dei privati cittadini che dovessero farne richiesta, il sindaco Riccardo Mariani (nella foto) torna sull’argomento e non esita ad attaccare le forze di opposizione, che in sede di votazione hanno espresso parere contrario al provvedimento.
“E’ incredibile il voto contrario delle minoranze consiliari – dice Riccardo Mariani – perché le stesse si sono opposte con motivazioni inconsistenti all’esercizio di un diritto dei mandellesi”.
“La delibera approvata con il solo voto favorevole della maggioranza – spiega il primo cittadino - consente in sostanza ai mandellesi che detengono un diritto reale di godimento su un terreno appartenente al patrimonio comunale (il cosiddetto “livello”, paragonabile all’enfiteusi, ndr) di poter diventare proprietari a tutti gli effetti del terreno stesso chiedendo appunto l’“affrancazione del livello” mediante il pagamento del canone corrispondente previsto dalla legge e disciplinato nel regolamento approvato in Consiglio”.
Mariani aggiunge: “Si tratta ovviamente di una facoltà e non di un obbligo per i cittadini. Chi vuole, chiede di affrancare il livello, paga il corrispettivo e diventa proprietario a pieno titolo del terreno (di cui il Comune è attualmente “nudo proprietario”) e, per contro, chi non vuole lascia immutata la propria condizione e continua a esercitare il suo diritto reale di godimento come è stato sinora”.
Il sindaco conclude: “Questa iniziativa consente di sistemare una vicenda particolarmente sentita dai cittadini, che nessuna Amministrazione precedente aveva finora mai affrontato e risolto nella sua complessità”.
Resta da aggiungere che gli uffici comunali sono a disposizione per illustrare il provvedimento e dare seguito alle richieste degli interessati.

Nessun commento:

Posta un commento