giovedì 13 marzo 2014

CONFINDUSTRIA PROPONE UN VIAGGIO-STUDIO A BRUXELLES

Studenti lecchesi a lezione d'Europa
LECCO - Confindustria Lecco organizza un viaggio-studio a Bruxelles per un gruppo di studenti dei Licei Classici, Scientifici e Linguistici del territorio. È infatti in programma per il 3 e 4 aprile il viaggio-studio presso le istituzioni europee organizzato da Confindustria Lecco e rivolto a un gruppo di studenti delle classi IV dei Licei Classici, Scientifici e Linguistici della provincia di Lecco.
Il progetto è finalizzato a offrire agli studenti la possibilità di conoscere da vicino istituzioni europee e le loro attività, di avere una panoramica delle opportunità offerte dall’Europa a livello formativ anche dei possibili percorsi di carriera sempre in ambito UE.
La due giorni a Bruxelles avrà inizio la mattina del 3 aprile con un incontro nella sede della Delegazione di Confindustria presso l’Unione Europea, per una presentazione delle attività della Delegazione, alla quale seguirà una breve introduzione alle Istituzioni europee curata dall’ufficio di Confindustria Lecco a Bruxelles.
Altri due gli incontri, che si terranno sempre presso la sede della Delegazione: Dal programma europeo “Gioventù in azione” a “Erasmus Plus”: una storia d’inclusione e protagonismo giovanile, a cura di un rappresentante della Commissione Europea, e Le possibilità di formazione e di accesso alle
carriere in Europa, a cura della Delegazione di Confindustria.

Nel pomeriggio gli studenti parteciperanno ad una visita presso il Comitato delle Regioni.
Il 4 aprile sono invece in programma la visita informativa presso la Commissione Europea e la visita guidata al Parlamentarium.
Saranno in totale 22 gli studenti partecipanti, tutti delle classi IV, provenienti dai Licei Classico e Linguistico A. Manzoni di Lecco, dal Liceo Scientifico G.B. Grassi di Lecco, dal Liceo Scientifico A. Volta di Lecco, dal Liceo Scientifico M.G. Agnesi di Merate e dagli indirizzi liceali dell’IIS Bachelet di Oggiono, dell’IIS Greppi di Monticello Brianza e dell’IIS Rota di Calolziocorte.

Nessun commento:

Posta un commento