giovedì 9 gennaio 2014

SCAMBIO CON 25 STUDENTI DI UN ISTITUTO CAMPANO

I sapori del Cilento al Cfpa di Casargo
CASARGO - Da martedì 14 a sabato 18 gennaio il Cfpa di Casargo sarà protagonista di un importante scambio culturale: alcuni ragazzi della scuola campana Ancel Keys, insieme ai loro docenti e al presidente dell’Ente parco Cilento, saranno ospitati nell’ambito di partnership in una cinque giorni di laboratori, visite e ricette. Si tratta del secondo gemellaggio tra la scuola lecchese e un istituto italiano; in novembre infatti era stata stretta una partnership con l’istituto messinese Gepy
Faranda.

Oltre a quelli italiani, negli anni la scuola di Casargo ha realizzato scambi con scuole europee: dalla Francia all’Ungheria, dall’Ucraina alla Russia alla Gran Bretagna, gli studenti del Cfpa si sono confrontati con tradizioni, cucine e culture dal sapore ampiamente internazionale.
Durante il periodo dello scambio, e nel dettaglio il 16 gennaio, sarà organizzata una cena a base dei prodotti tipici del Cilento, realizzata dai ragazzi ospiti in collaborazione con gli studenti del Cfpa. Si tratta di un’importante occasione in cui, alla presenza delle autorità territoriali, provinciali, regionali e di diversi sponsor, si dimostrerà che l’unione non solo fa la forza, ma crea anche esperienza e conoscenza.
Durante la serata, inoltre, verrà presentata in anteprima la seconda edizione del Casargo Food and Beverage contest, la rassegna internazionale che, a seguito del grande successo ottenuto lo scorso anno, si terrà anche questa primavera e conta già l’adesione di 12 istituti, di cui 9 stranieri.
Dichiara il presidente, Francesco Silverij (nella foto): “Desidero esprimere compiacimento per le prossime iniziative che vedranno ancora una volta protagonista il Cfpa. In particolare, da anni diamo un impulso ai gemellaggi, nella convinzione che amplifichino la capacità di confronto tra i ragazzi e incrementino la possibilità di stringere alleanze strategiche tra scuole del settore”.
Il direttore Marco Cimino aggiunge: “Lo scambio che prenderà avvio il 14 gennaio è per noi fonte di orgoglio e prestigio. E’ inoltre indubbio l’altissimo valore didattico-educativo: i ragazzi ospiti vedranno da vicino alcune eccellenze del territorio, dal distretto della produzione di forbici e coltelli di Premana, ad alcune aziende del panorama enogastronomico locale. Non si tratta quindi di un mero
scambio da leggersi in chiave solo gastronomica, ma anche culturale”.

Nessun commento:

Posta un commento