venerdì 19 aprile 2019

Ricorrenza storica


74^ anniversario della Liberazione
Diverse le iniziative in programma
Il Comune di Lecco ha promosso vari appuntamenti legati al 25 aprile con celebrazioni ufficiali, incontri, approfondimenti, mostre e uno spettacolo teatrale

Lecco - In occasione delle celebrazioni del 25 aprile, 74° anniversario della Liberazione dell'Italia dal nazifascismo, il Comune di Lecco ha promosso una serie di iniziative legate al ricordo di una data storica fondamentale e all'approfondimento sui valori della democrazia e della libertà.

Dopo l'incontro pubblico "Per non dimenticare" di venerdì scorso e l'incontro con il Comandante Gek in programma mercoledì 17 aprile alle 17 in sala consiliare, mercoledì 24 alle 21 presso il Circolo Libero Pensiero di Rancio si terranno delle letture dal libro "Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana" con l'accompagnamento musicale di Luca Pedeferri, una serata in ricordo dei partigiani rancesi curata da Patrizia Milani di ANPI Lecco con la partecipazione del sindaco di Lecco Virginio Brivio che leggerà la lettera dal carcere scritta da Don Giovanni Ticozzi.

Giovedì 25 sarà dedicato alle celebrazioni ufficiali: alle 9.30 la cerimonia religiosa con la Santa Messa al Santuario della Vittoria accompagnata dai canti del Coro Alpino Lecchese. Alle 10.30 partirà il corteo verso Largo Montenero dove verranno deposte le corone d'alloro al Monumento ai Caduti della Lotta di Liberazione, e si raggiungerà il palazzo comunale di piazza Diaz, 1 dove alle 11 si svolgerà la cerimonia ufficiale. In occasione della giornata della Liberazione dalle 10 alle 18 sarà inoltre possibile visitare le Sale della Resistenza presso il polo museale di Palazzo Belgiojoso.

(A lato la locandina degli appuntamenti dedicati al 25 aprile;
cliccandoci sopra si ingrandisce per una migliore lettura)

La Biblioteca civica di Lecco dal 23 al 30 aprile proporrà la mostra bibliografica "Italiani che hanno fatto resistenza. Figure dell'antifascismo" e dal 27 aprile al 30 maggio presso il Circolo Fratelli Figini di Maggianico sarà allestita la mostra fotografica "I muri della memoria", dedicata alla Resistenza nella Brianza comasca e lecchese, curata dal Circolo Fotografico Inverigo. Infine domenica 5 maggio alle 20.30 nell'Auditorium del Centro Civico Sorelle Villa di via Foscolo, 42 a Lecco andrà in scena lo spettacolo teatrale "NaziEuropa..." scritto e interpretato da Beppe Casale. 
Red.

Scuola e professioni

Il CFPA di Casargo brilla
ai Campionati Italiani Barman 2019
L'Istituto valsassinese si aggiudica il premio dedicato alla scuola che ha realizzato il miglior cocktail analcolico, a Yara Ferraroli il primo premio per il concorso FLAIR
 
Casargo - Si è conclusa con un splendido successo del CFPA di Casargo la diciannovesima edizione del CIB - Campionato Italiano Barman per scuole alberghiere, tenutosi in Versilia. In occasione del Campionato, oltre duecento studenti provenienti da tutta Italia si sono sfidati nella realizzazione di cocktail sotto lo sguardo attento di giudici qualificati. La manifestazione si è concentrata sulla bravura nella miscelazione e nel servizio dei drink.
Il CFPA Casargo torna vittorioso da questa esperienza: Yara Ferraroli, studentessa del quarto anno di Sala&Bar, si è aggiudicata il primo premio nel concorso flair: la sua performance si è infatti distinta per stile e originalità. Il CFPA Casargo si è aggiudicato anche il premio Marò Loiacono, dedicato alla scuola che ha realizzato il miglior cocktail analcolico.
Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti: la sana competizione tra ragazzi permette di mettere in pratica e mostrare quanto appreso a scuola. Allo stesso tempo è occasione di maturazione personale per gli alunni, che si trovano a competere con degli avversari, imparando a gestire le emozioni e la concentrazione” commenta Marco Cimino, direttore del CFPA Casargo.


(La "squadra" del CFPA di Casargo premiata in Versilia)

Le attività del CFPA Casargo proseguono numerose dopo la conclusione del Contest Gastronomico
2019 a fine marzo. Ha fatto tappa ieri presso il CFPA Casargo il progetto Chef all’Opera in collaborazione con Carozzi Formaggi: si è tenuta una lezione formativa nella quale sono stati coinvolti circa 70 ragazzi tra prime, terze e quarte classi. Il casaro dell’azienda, Marco Carozzi, ha illustrato tutti i segreti dietro la produzione di differenti tipologie di formaggio. Il progetto è una vera e propria challenge tra tre scuole alberghiere, che dovranno elaborare abbinamenti in tavola o con il vino e una ricetta, partendo dalla selezione di formaggi scelti. Appuntamento per scoprire il vincitore della sfida il 23 maggio.
Continuano infatti gli scambi formativi: settimana scorsa il CFPA ha ospitato 15 alunni e due docenti dall’Istituto P. Borsellino di Palermo, mentre in questi giorni 31 studenti di 3^ e 4^ sono ospiti in Cilento presso la scuola Ancel Keys.
Le attività e le iniziative proseguono numerose: vogliamo dare ai nostri studenti tantissime possibilità di misurarsi con se stessi e con gli altri, aumentando il loro bagaglio culturale” commenta
Marco Galbiati, presidente del CFPA Casargo.
Red.

Scienza e futuro

Il Planetario civico di Lecco
dedica una serata alla "foto del secolo"

L'appuntamento è per lunedì 29 aprile. Ospite Gabriele Ghisellini che parlerà della grande impresa scientifica appena compiuta
Lecco - È già stata definita la "foto del secolo", una probabile futura icona della storia della scienza: la prima foto di un buco nero, o per essere più precisi, della zona vicinissima al suo confine, un’impresa titanica la cui notizia ha già avuto un'ampia eco. In onore di questa conquista straordinaria il Planetario civico del Comune di Lecco, gestito dall'associazione Deep Space, proporrà una serata speciale, pensata per illustrare al pubblico questo grandioso risultato: lunedì 29 aprile alle ore 21 il professor Gabriele Ghisellini, dell’Osservatorio astronomico di Brera - Merate, spiegherà l’importanza del risultato, le difficoltà affrontate dagli astronomi per ottenerlo e le prospettive che questa impresa apre.

 
(La prima storica foto di un buco nero, definita un'icona della storia della scienza)

Sarà un viaggio ai confini dello spazio e del tempo, dove le leggi fisiche sembrano subire uno scacco, ma dove probabilmente si nasconde la risposta alla più grande sfida della fisica teorica contemporanea: la conciliazione tra la meccanica quantistica e la teoria della relatività.
Gabriele Ghisellini, studioso di buchi neri e teoria della relatività, ha dato alle stampe da pochi giorni il libro “Astrofisica per curiosi. Breve storia dell’Universo”, che con l’occasione verrà presentato al pubblico del Planetario civico. Il costo del biglietto d’ingresso alla serata è di 6 euro, 4 euro il ridotto, del quale beneficiano, fra gli altri, tutti i residenti a Lecco.
Red.

Turismo e cultura

Villa Monastero: aperture straordinarie 
e iniziative speciali nel periodo pasquale
Rinnovato il Kid Pass Days. Domenica 5 maggio i bambini e le loro famiglie verranno  guidati alla scoperta dell’antica dimora attraverso un divertente percorso

Varenna - Aperture straordinare a Villa Monastero nel periodo pasquale. Per venire incontro ai numerosi turisti che visiteranno Varenna durante le festività e i ponti di Pasqua, del 25 aprile e del 1° maggio la Provincia di Lecco ha deciso di aprire al pubblico anche la Casa Museo di Villa Monastero a Varenna per l’intero periodo. Il Giardino botanico e la Casa Museo saranno quindi aperti nelle seguenti giornate: dal 19 al 30 aprile dalle 10 alle 18.30, dall’1 al 5 maggio dalle 10 alle 19.30.

Nelle stesse giornate sarà disponibile anche il servizio bar di Villa Monastero. Inoltre, visto il grande successo delle precedenti edizioni, anche quest’anno Villa Monastero aderisce all’iniziativa Kid Pass Days. Per l’occasione domenica 5 maggio alle 14.30 e alle 16 i bambini con le loro famiglie verranno guidati alla scoperta dell’antica dimora di Villa Monastero attraverso un divertente percorso volto a esplorare il patrimonio artistico e culturale conservato all'interno della Casa Museo.
I partecipanti, attraverso quiz e indovinelli, saranno portati a scoprire i segreti dell’antica dimora e a esplorare le sue stanze, seguendo le indicazioni riportate all'interno della brochure consegnata all'inizio dell'attività.


 (Villa Monastero e il suo giardino)

Il percorso è stato pensato per stimolare la curiosità dei partecipanti, agevolando l'apprendimento attraverso il gioco e il divertimento. Il numero di partecipanti previsto per gruppo è di un massimo di 20 bambini. E’ possibile prenotarsi entro le 12.00 di venerdì 3 maggio scrivendo una mail all’indirizzo villa.monastero@provincia.lecco.it. L’attività è inclusa nel biglietto di ingresso (gratuito fino agli 11 anni di età).

Fino a domenica 2 giugno, nella Sala Rossa della Casa Museo di Villa Monastero, continua la mostra di antichi e preziosi servizi da tè di manifatture italiane e straniere, accompagnati da un raffinato servizio da caffè in argento dell’Ottocento e del primo Novecento. Il biglietto intero per la visita di Casa Museo e Giardino è di 9 euro (7 euro per i residenti in provincia di Lecco), per il solo Giardino è di 6 euro (4 euro per i residenti in provincia di Lecco). L’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 6 euro (4 euro per i residenti in provincia di Lecco), per il solo Giardino è di 4 euro (2 euro per i residenti in provincia di Lecco). L’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati Icom, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano, residenti a Varenna. E’ possibile acquistare il biglietto cumulativo per la visita di Villa Monastero e dei giardini della vicina Villa Cipressi nei giorni di apertura di quest’ultima.
Red.

giovedì 11 aprile 2019

Turismo e cultura

Lecco entra nel circuito di InfoSOStenibile
La rivista già dal numero di aprile parlerà del territorio e sarà distribuita in città 

Lecco - La città di entra nel circuito di InfoSOStenibile, mensile dedicato alla sostenibilità ambientale, economica e sociale intesa come opportunità per una società migliore che utilizzi in modo intelligente le risorse del pianeta. Il periodico, consultabile sia online sul portal www.infosostenibile.it, sia in formato cartaceo, da aprile dedica spazio anche alla nostra città, raccontandone le esperienze, insieme a quelle delle città di Bergamo e Brescia, dove il progetto ha mosso i suoi primi passi.
In parallelo, a partire proprio dal numero di aprile, già disponibile online, anche la distribuzione delle copie cartacee di InfoSOStenibile sarà estesa al nostro territorio.

"Abbiamo contribuito con piacere a lanciare un progetto d'informazione e sensibilizzazione che sposiamo appieno, in quanto lo sviluppo della dimensione della sostenibilità a 360° è uno dei nostri obiettivi. L'idea è stata quella di proporre una campagna di informazione specifica su queste tematiche, di modo che divengano sempre più note e al centro della vita della città, in virtù anche degli impegni presi con il PAESC - sottolinea l'assessore all'ambiente del Comune di Lecco Alessio  
Dossi.

InfoSOSstenibile è una periodico gratuito che attraverso le esperienze di alcune delle maggiori città della Lombardia, racconta e promuove buone prassi. Da oggi anche l'esperienza del Comune di Lecco troverà spazio sul mensile, che sarà distribuito in municipio, in biblioteca, al centro civico di Germanedo e nelle altre sedi comunali"
Il numero di aprile dedicherà a Lecco due pagine, nelle quali si parlerà dell'innovativo progetto dei "Sassi Gialli" e dell'iniziativa "Ventidue Alberi".
Red.

Turismo in Valsassina

Turismo Digitale, 
una crescita esponenziale in Valsassina
Presso la sede della Comunità Montana se ne parlerà in un convegno con Airbnb 
gli amministratori e gli operatori del settore locale il 12 aprile

Lecco - Appuntamento venerdì 12 aprile 2019 alle ore 17 presso la sede della Comunità Montana a Barzio per un un incontro promosso dall'Ente valsassinese in collaborazione con la società di servizi Airbnb sul tema del turismo digitale. L’incontro, aperto al pubblico, è realizzato per dare risposte concrete e spunti di riflessioneagli operatori del settore immobiliare, amministratori locali e "host" di Airbnb.
I relatori dell’evento sono Giulio Del Balzo, Responsabile relazioni istituzionali per Airbnb italia, Pietro Lenna, Responsabile Ufficio Territoriale di Lecco della Regione Lombardia, Carlo Signorelli, Presidente Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera e Mauro Piazza, Consigliere regionale.
"I numeri turistici legati al circuito AirBnB sono impressionanti - sottolinea Carlo Signorelli, Presidente della Comunità Montana - ed è per questo che abbiamo deciso di ospitare un rappresentante di questa società per un dialogo costruttivo con istituzione e utenti. Basti pensare che nei nostri 26 comuni ci sono oggi su questo circuito commerciale circa 500 immobili in affitto e si sono registrati oltre 25.000 arrivi negli ultimi 12 mesi".
Iniziative come queste sono necessarie per il nostro territorio che si deve aprire alle sfide del domani; il turismo è un settore che in Valsassina si deve ulteriormente consolidare ed è per questo che, insieme al Presidente della Comunità Montana, ho fortemente voluto promuovere questo convegno. Spero che in molti colgano questa opportunità per approfondire e conoscere le opportunità che derivano dall’utilizzo delle piattaforme digitali che permettono al nostro territorio di farsi conoscere nel mondo” spiega il Consigliere regionale Mauro Piazza.
I numeri valsassinesi da soli evidenziano la crescita del turismo digitale anche nel nostro territorio.
Red.

Rassegna internazionale

Vinitaly 2019 premia le etichette lombarde
A contribuire agli ottimi risultati ottenutu durante la manifestazione le iniziative messe in campo dai Consorzi di tutela presenti tra im quali il Consorzio Vini IGT Terre Lariane

Lecco - Sono state oltre 29.000 le bottiglie stappate nel corso di Vinitaly 2019 al Padiglione Lombardia, che si conferma con circa 90.000 visitatori il primo padiglione per numero di passaggi.
Un eccellente risultato quello raggiunto dalle etichette lombarde, sempre più capaci di catturare l'interesse di buyer e operatori provenienti da tutto il mondo e soprattutto dal Nord Europa, dalla Russia, dagli Stati Uniti, dal Giappone e dalla Cina. A conquistare il pubblico internazionale sono l'attenzione alla qualità dei prodotti e la valorizzazione del territorio. Continuano inoltre ad attirare l'attenzione di esperti e appassionati le produzioni bio, che in Lombardia hanno visto negli ultimi anni una netta accelerazione. Nell'ultimo decennio la superficie destinata alla coltivazione di vite in regime bio o in conversione è infatti quadruplicata, passando dai 981 ettari censiti nel 2009 ai 3.945 ettari registrati nel 2018 (+402%).
Sempre più numerosi, e sempre più qualificati, i visitatori del Padiglione lombardo, alla ricerca di degustazioni caratterizzate dall'unicità del prodotto e dalla cura dei particolari. L'esperienza e la curiosità dei visitatori si sono tradotte anche quest'anno in un grande successo per i numerosi e variegati eventi ospitati nello Spazio Polivalente, allestito da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia con l'obiettivo di qualificare il territorio, le aziende e i consorzi. Le conferenze, le degustazione e le presentazioni che si sono svolte nello Spazio Polivalente, tra i più attivi della manifestazione, hanno attratto un pubblico di ogni età.


Protagonisti del Padiglione lombardo 
In questa edizione di Vinitaly non solo i nomi già affermati, ma anche la piccola produzione: grazie a un'organizzazione degli spazi finalizzata a garantire un mix tra le grandi e le medio-piccole realtà locali, queste ultime sono riuscite a catturare su di sé l'attenzione dei visitatori interessati sia all'eccellenza delle etichette, sia alla loro storia, alla loro peculiarità.

A contribuire alla buona riuscita della manifestazione le iniziative messe in campo dai Consorzi di tutela presenti: Consorzio Franciacorta, Consorzio Tutela Lugana DOC, Consorzio di Tutela Moscato di Scanzo, Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Consorzio Vini Mantovani, Consorzio Volontario Vino DOC San Colombano, Consorzio Vini IGT Terre Lariane, Consorzio Tutela Valcalepio, Consorzio di Tutela Vini di Valtellina, Consorzio Valtènesi, Consorzio Montenetto ed Ente Vini Bresciani (in rappresentanza dei territori di Botticino DOC, Cellatica DOC, San Martino della Battaglia DOC e Valcamonica).

Quella lombarda è stata una tra le prime collettive per numero di realtà presenti. Lo spazio a disposizione di aziende e consorzi è complessivamente di 8.500 metri quadrati, di cui circa 4.000 allestiti, ed è finanziato e realizzato tramite un Accordo di programma dalla Regione e Unioncamere Lombardia.
Da aggiungere che è  sempre più targata Lombardia la svolta verso il biologico del mondo vitivinicolo italiano. Nell'ultimo decennio la superficie destinata alla coltivazione di vite in regime bio o in conversione nella prima regione agricola italiana è infatti quadruplicata, passando dai 981 ettari censiti nel 2009 ai 3.945 ettari registrati nel 2018 (+402 per cento).

La classifica per Province
Stando ai dati elaborati da Regione Lombardia, a guidare la classifica provinciale per quanto riguarda le coltivazioni green è Brescia, che con 2.255, ettari, che precede Pavia (1.430 ettari). Seguono Mantova (114 ettari), Bergamo (85), Sondrio (38), Lecco (12), Milano (9), Varese (0,6), Cremona (0,2) e Como (0,1).
Secondo i dati del Sinab, il Sistema d'Informazione Nazionale sull'Agricoltura Biologica, che ha fotografato la situazione nelle singole regioni nel periodo 2009-2017, la crescita lombarda (+375% tra 2009 e 2017) è stata di oltre il 50% più sostenuta di quella media nazionale, che ha fatto registrare un pur lusinghiero oltre 240 %.
Red.