giovedì 23 marzo 2017

Storia e cultura


Giornate FAI di Primavera 2017
Oggiono e Calco sono i centri lecchesi interessati della 25^ edizione della manifestazione che coinvolge ben 400 località e 1000 luoghi in tutta Italia

Lecco - Il week end del 25 e 26 marzo coincide con Le Giornate FAI di Primavera 2017, un’occasione unica per scoprire luoghi solitamente chiusi al pubblico e sentirsi parte di quell’Italia fatta di un immenso patrimonio culturale quali chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche, castelli, giardini, archivi storici. Quest'anno la manifestazione, che vede coivolti oltre 1000 luoghi tra ville, chiese e musei in tutta Italia, celebra i 25 anni. Sono ben 400 le località di tutta Italia interessate dalle Giornate FAI di Primavera con luoghi aperti e visite a contributo libero in tutte le Regioni.

Nel territorio lecchese quest'anno saranno Oggiono e Calco al centro degli appuntamenti.
A Oggiono sarà possibile visitare i seguenti luoghi:
- Battistero di San Giovanni Battista, Piazza della Chiesa: sabato dalle 10 alle 17 domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 2,00;
- Villa Sironi, Via per Annone, 72/74: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 2,00;
- Chiesa di San Lorenzo, Via per Annone: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 2,00;
- Borgo di Oggino: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 2,00;
- Chiesa di Sant'Eufemia - Polittico di Marco d'Oggiono, Piazza della Chiesa: sabato dalle 10 alle 17:, domenica dalle 13 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 2,00;
- Belvedere panoramico, Piazza della Chiesa: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 3,00;
- Cortile e scalone di Palazzo Prina, Via I Maggio, 87: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 3,00;
- Marco d'Oggiono Prosciutti, Via Lazzaretto, 29/a: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 3,00 - ingresso riservato agli iscritti FAI;
- Cortili di Palazzo Caccia Dominioni, Via Giuseppe Parini, 6: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 3,00;
- Chiesa del Lazzaretto, Via Lazzaretto: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 2,00;
- Corte di Casa Donegana, Via Giuseppe Parini, 10: sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17 - contributo suggerito a partire da € 3,00;

A Calco sarà possibile visitare
- Villa la Vescogna, angolo Via privata Donatori di Sangue, sabato dalla 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17. Non è consentito l'ingresso a cani e altri animali, anche se al guinzaglio. E' disponibile un servizio navetta gratuito da Calco Bassa alla Vescogna e ritorno. La Località Vescogna di Calco, è raggiungibile anche a piedi su strade e sentieri panoramici che partono da Calco Bassa (20' circa, in salita), dalle Frazioni Sartirana e Cassina Fra' Martino di Merate (20' circa).
- Villa  Moriggia, Località Vescogna, Via Calco Superiore 1, sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17.  La Località Vescogna di Calco, è raggiungibile anche a piedi su strade e sentieri panoramici che partono da Calco Bassa (20' circa, in salita), dalle Frazioni Sartirana e Cassina Fra' Martino di Merate ( 20' circa).
- Villa Meda e Oratorio di S.Rocco, Località Cereina, angolo Via S.Rocco, sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle17.  In prossimità di Villa Meda, parte l'antico e suggestivo sentiero, in parte in salita, che permette di raggiungere la Località Vescogna in 20 minuti circa. Non è consentito l'ingresso a cani e altri animali, anche se al guinzaglio. E' disponibile un servizio navetta gratuito da Calco bassa alla Vescogna e ritorno. La Località Vescogna di Calco, è raggiungibile anche a piedi su strade e sentieri panoramici che partono da Calco Bassa, dalle Frazioni Sartirana e Cassina Fra' Martino di Merate (20' circa).
- Villa Calchi, Località Vescogna, angolo Via privata Donatori di Sangue, sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 17. Non è consentito l'ingresso a cani e altri animali, anche se al guinzaglio. E' disponibile un servizio navetta gratuito da Calco Bassa alla Vescogna e ritorno.
Red.









Scuola e tradizioni


Agli studenti sloveni di Bled la 4^ edizione
della gara gastronomica internazionale di Casargo
Per cinque giorni presenti in Valsassina 18 squadre provenienti da 9 Stati diversi
 
Casargo - Con la cena di gala e la cerimonia di premiazione si è concluso al Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Casargo il 4° Wellness & Zero Waste - Food & Beverage Contest, gara gastronomica internazionale che per cinque giorni ha radunato a Casargo 18 squadre provenienti da 9 Stati diversi: Castelnuovo Cilento (Salerno), Isola di Capri (Napoli), Vico Equense (Napoli), Randazzo (Catania), Palermo, Monserrato (Cagliari), Varese, Sondrio e Casargo (Italia), Mosca (Russia), San Pietroburgo (Russia), Debrecen (Ungheria), Sofia (Bulgaria), Portoalegre (Portogallo), Riga (Lettonia), Villepinte (Francia), Rakowice (Polonia) e Bled (Slovenia), scuola che si è imposta nella classifica assoluta.


(foto: la premizione del premio assoluto andato alla scuola slovena di Bled)
 
Il presidente di APAF Nunzio Marcelli, i consiglieri Pina Scarpa e Diego Combi e il direttore Marco Cimino hanno fatto gli onori di casa, accogliendo gli oltre 280 tra ospiti, autorità e sponsor che a vario titolo hanno sostenuto questa importante manifestazione.
Presenti, tra gli altri, il Senatore Paolo Arrigoni, i Consiglieri di Regione Lombardia Raffaele Straniero e Antonello Formenti, i Presidenti della Province di Lecco Flavio Polano e di Como Maria Rita Livio, il Prefetto di Lecco Liliana Baccari, il Parroco e responsabile dell'Unità pastorale di Casargo, Margno, Crandola e Vegno don Bruno Maggioni, l’Assessore del Comune di Lecco Anna Mazzoleni, i Sindaci di Varenna Mauro Manzoni, di Bellano Antonio Rusconi, di Colico Monica Gilardi, di Taceno Marisa Fondra, di Cortenova Valerio Benedetti, i vice Sindaci di Dervio Daniela Adamoli, di Mandello del Lario Serenella Alippi, di Cremeno Antonio Arrigoni Neri, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale Luca Volontè, il Presidente della Camera di Commercio e di Confartigianato Lecco Daniele Riva, i presidenti di Acel Service Giovanni Priore e di Silea Mauro Colombo, il presidente della Federazione Italiana Cuochi di Lecco Vincenzo Di Bella, Antonio Sanelli per Coltellerie Sanelli, Silvano Ciresa per Ciresa Formaggi, Massimo Mancini per Fonti Tartavalle, Esa Secca, Raffaella Di Gennaro e Luca Mozzanica per Villa Lario, Carlo Sironi e Invernizzi per il Lions Club Valsassina, Patrizia Martinoli per il ristorante bar La Fiorita.

In apertura tutti i team sono stati chiamati sul palco per ricevere le targhe a ricordo della loro partecipazione.  Il direttore Marco Cimino ha poi voluto ringraziare gli studenti del CFPA di Casargo che durante la manifestazione hanno fatto da tutor alle varie squadre: Sofia Bertuzzi, Alessandro Meregalli, Lorenzo Donizetti, Maurizio Alberti, Edoardo Gregolin, Alice Carenini, Jean Khao, Gabriele Cela.
Grande emozione e commozione per l’intervento di Marco Galbiati, papà di Riccardo, lo studente di seconda tragicamente scomparso a inizio anno, che ha donato al CFPA una targa con l’immagine del figlio che desiderava tanto diventare Chef: i suoi compagni di classe e tutti i presenti lo hanno salutato al grido “Ciao Chef Galbia”. Anche Don Bruno Maggioni ha voluto ricordare Riccardo, la sua allegria, la sua voglia di vivere e il suo credere nel valore dell’amicizia.
Tra una portata e l’altra spazio poi alle numerose premiazioni, in base ai risultati decretati dalla giuria di cucina, composta dagli chef Luigi Gandola, Claudio Prandi e Ciro Vitiello e dall’esperto di erbe e aromi Enrico Zanon, e la giuria di sala, composta dai maitre
Carlo Pierato e Paolo Ceccato, dall’assistant restaurant manager Luca Speroni e dall’esperto di comunicazione e marketing Mauro Bolis, che hanno analizzato sotto vari aspetti e parametri l’esibizione delle varie squadre durante la manifestazione, avvalendosi della collaborazione del nutrizionista Mattia Ferraroli.
Red.




 (Foto: La squadra di chef e allievi che ha preparato la cena di gala)

I premiati assegnati
Wellness & Zero Waste Team Trophy 2017 assoluto
1. Bled (Slovenia)
Best Kitchen Team Cup
1. Villepinte (Francia)
2. Bled (Slovenia)
3. Sondrio (Italia)
Best Bar Restaurant Team Cup 
1. Mosca (Russia)
2. San Pietroburgo (Russia)
3. Bled (Slovenia)
Special Award
Best Starter: Villepinte (Francia)
Best Wellness Dish: Sondrio (Italia)
Best Wellness Dessert: Mosca (Russia)
Best Zero Waste: Varese (Italia)
Best Cocktail: Portoalegre (Portogallo)
Best Bar Restaurant: San Pietroburgo (Russia)
Best Mise en Place: Bled (Slovenia)
Best Leadership and Communication Team Cup by Lions Club Valsassina
1. Villepinte (Francia)
2. Mosca (Russia)
3. Isola di Capri (Napoli, Italia)
Best Organization and Precision Team Cup “Ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa” in memoria di Alice e Giacomo Martinoli (Ristorante Bar La Fiorita)
1. Bled (Slovenia)
2. Casargo (Lecco, Italia)
3. Sofia (Bulgaria)
Best Passion and Heart Team in memoria di chef Galbia (Riccardo Galbiati)
1. Debrecen (Ungheria)
2. Vico Equense (Napoli, Italia)
3. Randazzo (Catania, Italia)

Albo d’oro delle quattro edizioni disputate a Casargo: 2013: Zvolen (Slovacchia); 2014: Slagelse (Danimarca); 2016: Slagelse (Danimarca); 2017: Bled (Slovenia).

Questo il menu della serata: Welcome drink & amuse-bouche; Bocconcini di merluzzo al vapore con crema di topinambur; Raviolo aperto di grano saraceno biologico con radicchio, speck e formaggio di malga; Guancetta di vitello cotta a bassa temperatura con polentina morbida macinata a pietra e verdurine primaverili; Semifreddo ai lamponi con meringa alle nocciole e salsa al melone; Pinot nero vinificato in bianco Bio Eos Cordini DOC, Barbera d’Asti 2015 Macario DOC, Prosecco Colvendra, Moscato d’Asti; Acqua minerale naturale e frizzante Chiarella.

giovedì 16 marzo 2017

Cultura e natura


A Villa Monastero iniziative speciali
per la Festa del Papà e PrimaV...arenna!

Varenna - Dopo il successo della Giornata internazionale della Donna continuano le iniziative nel mese di marzo organizzate dalla Provincia di Lecco a Villa Monastero di Varenna. Domenica 19 marzo, in occasione della Festa del Papà, e domenica 26 marzo dalle 10 alle 17 la Provincia di Lecco propone il percorso per famiglie Alla scoperta di un’antica dimora, che si svolgerà nella Casa Museo. Tutte le famiglie interessate riceveranno un divertente opuscolo attraverso il quale potranno conoscere la Villa, la sua storia e molte curiosità legate agli ambienti.

Sabato 25 e domenica 26 marzo, nell’ambito della quarta edizione di PrimaV…arenna! La natura si risveglia sul lago di Como, organizzata dalla Pro Loco di Varenna in collaborazione con il Garden Club Centro Lago di Como e con il patrocinio del Comune di Varenna, la Provincia di Lecco aderisce all’iniziativa aprendo eccezionalmente la porta che collega il giardino di Villa Cipressi al Giardino Botanico di Villa Monastero per visite guidate gratuite.



Le visite guidate saranno sabato 25 marzo alle 10.30 e alle 14 e domenica 26 marzo alle 10.30, alle 14.00 e alle 17.00. Le visite partiranno dal giardino di Villa Cipressi e si concluderanno nel Giardino Botanico di Villa Monastero, a eccezione di quella di domenica 26 marzo alle 17 che partirà dall’ingresso di Villa Monastero. Si ricorda che per partecipare alle visite guidate è necessaria la prenotazione: (varennaturismo@gmail.com).

Il biglietto d’ingresso è di 8 euro (5 euro solo il Giardino), mentre l’ingresso ridotto per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring, ragazzi dai 12 ai 18 anni e studenti dai 18 ai 24 anni è di 5 euro (3 euro solo il Giardino); l’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili, tesserati ICOM, possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e residenti a Varenna.
Red.



Scuola e professione




Presso il CFPA di Casargo è tempo di sfide con il 
4° Wellness & Zero Waste - Food & Beverage Contest
La gara gastronomica internazionale in programma vede protagoniste ben 21 squadre

Casargo - Al Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Casargo si è aperto ufficialmente  martedì 14 marzo, il 4° Wellness & Zero Waste - Food & Beverage Contest, gara gastronomica internazionale in programma fino sabato 18 marzo. Presso l’Aula Magna si è svolto il Kick-off meeting con le 18 squadre partecipanti: Castelnuovo Cilento (Salerno), Isola di Capri (Napoli), Vico Equense (Napoli), Randazzo (Catania), Palermo, Monserrato (Cagliari), Varese, Sondrio e Casargo (Italia), Mosca (Russia), San Pietroburgo (Russia), Bled (Slovenia), Debrecen (Ungheria), Sofia (Bulgaria), Portoalegre (Portogallo), Riga (Lettonia), Villepinte (Francia), Rakowice (Polonia). A causa di imprevisti dell’ultimo momento non potranno partecipare le squadre di Torino (Italia), Divo - Lôh-Djiboua (Costa d’Avorio) e Prievidza (Slovacchia).


(Foto: Dirigenti e alcuni ospiti presenti alla serata inaugurale a Casargo)

Le 21 squadre si sfideranno nei vari contest previsti nell’arco delle giornate, secondo il programma allegato. La giuria di cucina sarà composta dagli chef Luigi Gandola, Claudio Prandi e Ciro Vitiello, la giuria di sala dai maitre Carlo Pierato e Paolo Ceccato e dall’esperto di comunicazione e marketing Mauro Bolis. Previsti anche momenti speciali, come l’Interactive Class Italian Gnocchi Cooking Lab con gli chef Luigi Gandola, Claudio Prandi e Ciro Vitiello, il Seminar Bio-Dynamic Vegetable Garden con Florindo Rosa.
Gran finale sabato 18 marzo alle 19.30 con la cena di gala e la cerimonia di premiazione.

Per noi è motivo di grande soddisfazione ospitare 21 scuole da tutto il mondo, anche se ha richiesto un impegno notevole e consistente dal punto di vista umano ed economico - commenta il presidente di APAF Nunzio Marcelli - Siamo molto contenti di creare sempre maggiori opportunità per i nostri ragazzi e per il nostro territorio. Infatti oltre al Contest abbiamo programmato anche visite a realtà industriali, artigianali e turistiche della Valsassina e del Lago per far conoscere le eccellenze del nostro territorio”.
Per l’edizione di quest’anno ospitiamo 21 scuole contro le 11 dello scorso anno - aggiunge il direttore di APAF Marco Cimino - Un grande successo e un impegno organizzativo davvero rilevante portato avanti anche grazie all’aiuto degli studenti. Abbiamo voluto invitare le scuole migliori e più preparate, perché è giusto che i nostri ragazzi si confrontino con il meglio che c’è nel settore e possano a loro volta migliorare. Inoltre abbiamo aumentato il numero dei premi con tre premi speciali per le competenze trasversali che riteniamo debbano essere parte integrante della professionalità di tutti i ragazzi che studiano in questo settore: un premio per la miglior leadership e comunicazione, un premio per l’organizzazione e la precisione, un premio per la passione e il cuore che vengono messi nella preparazione e nel servizio di queste portate”.
Durante il loro soggiorno a Casargo le varie scuole avranno la possibilità di visitare importanti e storiche realtà produttive della Valsassina, tra cui Coltellerie Sanelli, Fonti Tartavalle e Formaggi Ciresa, oltre a hotel e strutture alberghiere di Bellagio, Varenna e del Lago di Como.
Red.

giovedì 9 marzo 2017

Associazionismo e vita di quartiere


Torna la rassegna Pescarenico in Fiore
Dal 9 al 23 marzo nello storico rione lecchese in programma diversi iniziative

Lecco - Da giovedì 9 marzo fino a giovedì 23 marzo torna "Pescarenico in Fiore". Nello storico rione lecchese in occasione del secondo compleanno de "Il Giglio", del primo giorno di primavera e della Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafia, spazio a numerose iniziative. Gli organizzatori hanno previsto vari momenti in cui tutto il quartiere sarà coinvolto. In particolare martedì 21 marzo 2017, l'invito è di esporre sul balcone, al davanzale della finestra, sulla recinzione del giardino o sulla porta di casa fiori fatti a mano, secondo il proprio gusto e creatività, fiori o vasi per far fiorire il quartiere di Pescarenico.
Fiori realizzati in autonomia oppure partecipando a uno dei laboratori floreali aperti organizzati nel quartiere, nelle sedi e nei giorni indicati nella locandina. L'accesso ai laboratori è libero. Si potrà far sbocciare la  creatività, ma anche vivere il piacere di incontrare volti noti o conoscere persone nuove del tuo quartiere. 

 
L'evento coinvolge realtà e luoghi significativi del quartiere, come occasione di incontro, conoscenza e scambio per coinvolgere tutti i cittadini desiderosi di partecipare attivamente alla vita di quartiere.
Inoltre, allo spazio "Il giglio" (via Ghislanzoni, 91) sono in programma:
Martedì 21 marzo
dalle 10 alle 18 Vota il logo
ore 14 English Bloom: i fiori nella lingua e letteratura inglese - lezione di inglese aperta a cura degli studenti del liceo G.B. Grassi.
ore 15.30 "Ho fatto del mio meglio" figura e messaggio di padre Pino Puglisi; interviene il dottor Domenico De Lisi, responsabile del Centro di Accoglienza "Padre Nostro" di Palermo. Intrattenimento musicale a cura degli studenti del liceo musicale G.B.Grassi.
ore 18 Accensione fiaccola della legalità che raggiungerà piazza Lega Lombarda per unirsi al corteo lungo le vie del centro verso Lungolario Isonzo. In collaborazione con il Centro di Promozione della Legalità e Libera - Lecco.

(A lato la locandina della rassegna Pescarenico in Fiore;
cliccandoci sopra si ingrandisce per una migliore lettura)
 
Mercoledì 22 marzo
ore 14.30 Gli angeli di Borsellino. Proiezione del film in cui Emanuela Loi racconta i 57 giorni che separano i due attentati mortali ai giudici Falcone e Borsellino.
Giovedì 23 marzo
ore 14.30 Il racconto di un'esperienza sulla legalità a cura degli studenti degli istituti: G.V.Gravina di Crotone e G.Bertacchi di Lecco.
L'evento è promosso da Il Giglio, Progetto Penelope, Equipe 2 e Servizi Prima Infanzia (Comune di Lecco), dalla Parrocchia e Oratorio di Pescarenico, Scuola dell'infanzia A. Corti, Associazione Volontari Pensionati Lecchesi, Associazione per i Diritti degli Anziani, AUSER, Centro diurno L'Aquilone, Centro ricreativo Il Girasole (Asvap), Progetto SAI, Circolo Amsicora, Casa circondariale Lecco.
Red.

Agricoltura in rosa





Festa della donna anche nell'agricoltura
In Lombardia il 25% delle imprese è guidato da una donna. Lecco e Como sul podio


Como  - Festa della donna anche nel mondo dell'agricoltura. “Uomo o donna non fa differenza”. Beatrice Lampugnani, 30 anni, di Orsenigo, non ha dubbi: "Anche in agricoltura, oggi, ciò che fa la differenza è solo la professionalità".
E Beatrice appartiene a quella generazione di giovani imprenditrici che hanno conquistato un ruolo di rilievo nelle imprese che fanno ‘nuova agricoltura’.
Laureata in architettura del paesaggio, lavora tra piante e fiori con il padre e il fratello. E, in occasione dell’8 marzo, racconta la sua visione su presente e futuro di un’agricoltura sempre più in rosa: “Io mi pongo sempre come una che in questo settore ci è cresciuta e con gli altri giardinieri non ho mai avuto problemi. L’importante è che si veda che sei una persona professionale. Forse in passato c’era qualche differenza fra uomini e donne sui lavori da svolgere, ma adesso non più. Le donne possono fare tutto. Anzi, forse sono gli uomini che non fanno tutto quello che fanno le donne”.


In Lombardia – spiega la Coldiretti regionale su dati Camera di Commercio di Milano – Como e Lecco sono tra le province che hanno un’incidenza di ‘donne imprenditrici agricole’ tra le più alte, seconde solo a quella di Sondrio, dove quasi 4 aziende su 10 sono guidate da donne, contro una media regionale del 22%, Lecco e Como seguono subito dopo e occupano il secondo e terzo posto in graduatoria, con il 25,5% e il 24,8%.

Tra gli esempi virtuosi di giovani donne che scommettono su un futuro in agricoltura c’è anche quello di Roberta Tenderini, poco più che vent’enne, che segue direttamente la malga Ariale, a 1.330 metri di altitudine, nel Comasco: “Hanno iniziato i miei genitori nel 1997. Dopo la scomparsa di mia madre, l’attività è passata a me nel 2012. All’epoca studiavo ancora da perito meccanico. Ho sistemato alcune strutture e sono riuscita a riprendere la monticazione delle vacche da latte, nel 2015 ho aperto l’agriturismo e quest’anno ho aggiunto anche le capre. Produciamo burro e formaggi”.
Una vita dura, ma sulla lavagnetta davanti alla sua baita Roberta ha scritto: “La ricchezza più grande che possediamo, quando alla mattina apriamo gli occhi, è il giorno che abbiamo davanti”.



Le donne sono cresciute – afferma Cristina De Angeli, responsabile di Coldiretti Donne Impresa Como Lecco e allevatrice di Tremezzo – prima si occupavano di tenere in ordine i conti e le fatture, adesso entrano sempre di più nell’attività operativa quotidiana di gestione dell’azienda e nelle scelte di pianificazione e investimento. E non stiamo parlando solo di settori legati ai servizi di turismo e ristorazione, ma anche in quelli più tradizionali come gli allevamenti da latte o la viticoltura”. 
Red. 
  
LE QUOTE ROSA SUI CAMPI LOMBARDI
Provincia
Aziende in rosa
Quota su tot. agricolo
Sondrio
907
37,00%
Lecco
286
25,50%
Como
513
24,80%
Bergamo
1.205
24,40%
Pavia
1.564
24,10%
Varese
407
23,40%
Brescia
2.201
21,70%
Milano
725
20,30%
Mantova
1.526
19,00%
Monza Brianza
172
18,80%
Cremona
695
17,30%
Lodi
202
15,00%
LOMBARDIA
10.403
22,20%
Fonte: Elaborazione Coldiretti Lombardia su dati CCAA Milano



mercoledì 1 marzo 2017

Carnevale in città


Carnevalone di Lecco, sabato 4 marzo l'attesa sfilata

Lecco - Conto alla rovescia a Lecco per il Carnevalone. Sabato 4 marzo la città si colorerà di maschere con l'attesa storica sfilata del Carnevalone per le vie cittadine. Anche quest'anno gli organizzatori di LTM (Lechese Turismo Manifestazioni) hanno assicurato un evento di prim'ordine con una trentina tra carri allegorici, compagnie e gruppi mascherati che sfileranno a partire dalle ore 14.30 lungo le vie cittadine.


Una giuria, a conclusione della sfilata, assegnerà la Coppa "RE RESEGONE" al 1° carro classificato, la Coppa "Principe di Erna" al 2° e la Coppa "Gran Ciambellano" al 3°. La Coppa "REGINA GRIGNA" andrà, invece, al 1° gruppo classificato, al 2° la Coppa "Principessa di Grignetta" e al 3° la Coppa "Dama di corte".“ Come tradizione la città in questa particolare occasione è stata "consegnata" ai Regnanti. Regina Grigna (Erica Motta) e  Re Resegone (Angelo Belgeri) viaggeranno sulla carrozza reale, accompagnati dal Gran Ciambellano (Lorenzo Riva). La prima edizione del Carnevalone di Lecco risale a 132 anni fa e da allora è diventato un appuntamento seguitissimo con il coinvolgimento di tutto il territorio lecchese.
Red.

(La cartina del percorso del Carnevalone 2017;
cliccando sopra la foto si ingrandisce per una migliore lettura) 

Il Percorso: Piazza Cappuccini, Viale Turati, Via Parini, Via Ongania, Via Resinelli, Largo Montenero, Via Volta, Via Cavour, Piazza Garibadi, Piazza Mazzini, Piazza Manzoni, Viale Dante, Via Marco d'Oggiono, Via Sassi, Piazza Diaz e rientro sfilata verso Piazza Cappuccini.
 



(L'ordine della sfilata dei carri e dei gruppi;
cliccando sopra la locandina si ingrandisce per una migliore lettura)