venerdì 21 giugno 2019

Corsa in montagna

La Monza -Resegone rilancia la sfida
della notturna in montagna lunga 42 km
L'edizione 2019 in programma sabato  22 giugno vedrà alla partenza 786 atleti, divisi in 262 squadra con165 donne e 621 uomini. Il via alle 21 dall'Arengario

Lecco  – Tutto pronto per la 59^ edizione della Monza - Resegone: la storica manifestazione podistica della Brianza, anche in questa edizione raccoglie, un numero importante di sportivi, appassionati e volontari. L'appuntamento è per la serata di sabato 22 giugno con il via alle 21.

 
"Dall’Arengario fino in cima al Resegone, a 1.173 metri. Una corsa per donne e uomini coraggiosi, per cuori forti. Questa è la Monza – Resegone, una competizione che è diventata parte dell’identità della nostra città e di tutta la Brianza. Al via ci saranno gli atleti più forti con la determinazione di andare anno dopo anno oltre i propri limiti e poi ci sono loro, i veri protagonisti. Quei podisti non professionisti che, con la loro passione e la loro voglia di tagliare il traguardo della Capanna Monza rendono questa competizione unica nel suo genere", queste le parole del Sindaco di Monza Dario Allevi, per descrivere lo storico evento brianzolo.
E continua l'Assessore allo Sport di Monza, Andrea Arbizzoni con un elogio alla struttura organizzativa che supporta questa manifestazione: "La sera del 22 giugno al via della 59esima edizione della Monza – Resegone ci saranno centinaia di atleti, donne e uomini che, con la loro passione e la loro voglia di tagliare il traguardo della Capanna Monza dopo aver percorso 42 durissimi chilometri, rendono questa competizione unica nel suo genere. A cominciare dall’organizzazione resa possibile da una «macchina» che corre grazie al «motore» fatto da centinaia di volontari".
Quest'anno saranno 786 gli sportivi (165 donne e 621 uomini) che si sfideranno nella storica impresa da 42 chilometri, per un totale di 1100 metri di dislivello. Le 262 squadre di partecipanti saranno organizzate in: 14 squadre tutte al femminile, 22 terne con due donne e un uomo, 79 terne con due uomini e una donna e 147 squadre maschili.


(La squadra vincitrice dell'edizione 1949)
 
"Lo sanno tutti che c’è il cuore al centro di ogni cosa, per quello che fa, per quello che dice, per dove ci porta, perché significa sentimenti, fatica, amore, in una sola parola: vita.Ecco il motivo per cui l’abbiamo messo davanti a tutto, riprendendo un concetto suggeritoci dai ragazzi della Valle Intrasca e che facciamo nostro perché anche la Monza - Resegone “entra nel cuore dei territori e nel cuore delle persone”. - così Enrico Dell'Orto, presidente della Società Alpinisti Monzesi, interviene per incitare i partecipanti. E continua: "E allora metteteci il cuore, ragazze e ragazzi che anche quest’anno vivrete con passione questa grande e leggendaria gara".
La Società Alpinisti Monzesi supportata da Monza Marathon Team e dalla squadra di volontari, che lungo tutto il percorso offrirà il proprio appoggio ai runners, sono , come ogni anno, alla guida organizzativa di questo storico evento sportivo.
"Evento unico, anzi vera e propria impresa umana e sportiva che scalda il cuore non solo di chi si cimenterà nel viaggio notturno verso Capanna Monza, ma anche di tutta la cittadinanza monzese che per una sera, quasi come la platea in un teatro urbano, si ritrova ad incitare ed applaudire i tanti corridori al via", afferma Andrea Galbiati, Presidente di Monza Marathon Team.


Il programma

• Sabato 22 giugno 2019, a partire dalle ore 19:00 ritrovo degli atleti in Piazza Roma / Arengario, per le operazioni di punzonatura e firma del registro di partenza. Alle 21:00 prenderà il via la 59° Monza
– Resegone, con 262 squadre e 786 atleti a sfidarsi lungo il percorso di 42 chilometri.
• Domenica 23 giugno 2019, dopo le ore 18 presso la sede sarà reso noto l’ordine di arrivo della gara.
• Martedì 25 giugno 2019, rilascio e pubblicazione della Classifica Ufficiale.
• Venerdì 28 giugno 2019, ore 21 presso la Candy Arena (palazzetto dello sport) di Monza, avrà luogo la grande festa delle premiazioni con riconoscimenti destinati a tutte le squadre ufficialmente classificate ed ai rispettivi atleti. Trofei e premi speciali, offerti dalle Istituzioni patrocinanti, dagli sponsor e dall’organizzazione, sarannoriservati alle classifiche particolari ed alle migliori performance.
Red.

Musica e tradizioni

A Barzio e Premana primo week end
in Valsassina fra concerti e ritualità
Gli eventi musicali sono inserti nel programma del progetto Interreg "La voce della terra"  che fino a ottobre animerà il territorio Lecchese e il Canto Ticino

Lecco - E' in programma sabato 22 giugno alle 17.30, nella sede della Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera a Barzio, il concerto La musica delle Alpi inaugurerà il programma di appuntamenti musicali del progetto Interreg "La voce della terra: canti e riti della tradizione - VoCaTe", che fino a ottobre animerà il territorio di cooperazione transfrontaliero, il Lecchese e il Canto Ticino.
Protagonista del concerto è la Bandalpina, un gruppo che nasce dall’incontro di suonatori bergamaschi, bresciani e lecchesi interessati alla musica tradizionale delle valli alpine e prealpine. Il repertorio è una sintesi delle principali tipologie di musica strumentale ottocentesca: forme tradizionali di ballo (marce, scottish, valzer, polche, mazurche e manfrine) e canti.


(La Bandalpina durante un concerto)

Oltre venti i musicisti, dotati di un ricco strumentario che aggrega varie sonorità ancora presenti nelle tradizioni popolari, come violino, contrabbasso, chitarra, mandolino, ocarina, percussioni, piffero, organetto, fisarmonica, clarinetto, baghèt (la cornamusa delle Prealpi orobiche) e campanine (xilofono utilizzato per imparare le melodie da eseguire con le campane).
Nel corso della sua storia il gruppo ha partecipato ad alcuni tra i più importanti festival folk europei, con concerti in Spagna, Francia, Svizzera, Belgio, Austria, Ungheria oltre che in Italia.

Dopo il concerto, la Bandalpina animerà una cena all’agriturismo Prato Buscante (costo 15 euro), con prenotazione obbligatoria (0341 998469, agriturismo.pratobuscante@gmail.com).
Domenica 23 giugno l’appuntamento è a Premana alle 10.45 per la processione del Corpus Domini e alle 15.30 nella chiesa parrocchiale per i Vespri cantati con le melodie di tradizione orale.
Il programma completo degli eventi, tutti a ingresso libero, è consultabile sul sito www.provincia.lecco.it.
Gli appuntamenti per l’area italiana sono organizzati dal partner di progetto Fondazione Luigi Clerici con la direzione artistica di Angelo Rusconi e Res Musica, per l’area svizzera dall’associazione Cantar di Pietre con la direzione artistica di Giovanni Conti.
Red.



Ambiente e natura

Dall'Arpa Lombardia 
un sospiro di sollievo sulle riserve idriche 
In Lombardia la riserva idrica stoccata nella neve sui ghiacciai
è attualmente al 186 per cento sopra la media 2006-2015
  

Lecco - In un contesto di clima sempre più bizzarro, arriva dall'Arpa Lombardia la notizia che le riserve idriche in questa stagione sono ottimali grazie alle abbondanti precipitazioni primaverili. Una bella notizia, ma che non deve far dimenticare l'attenzione quotidiana verso l'ambiente e in particolare lo spreco dell'acqua nell'uso quotidiano. Entrando nel merito della notizia, si è conclusa l’ultima delle campagne di misura che il Centro Nivometeorologico di Arpa Lombardia (CNM) effettua ogni anno sui principali ghiacciai lombardi, in collaborazione con UBH Lombardia ENEL Produzione Spa, per la stima del contenuto idrico della neve (SWE, Snow Water Equivalent). Grazie alle copiose nevicate cadute sulla nostra regione tra aprile e maggio, la campagna 2019 è stata caratterizzata da un maggiore accumulo nevoso, che ha raggiunto i livelli più alti mai registrati dal 2006. La riserva idrica stoccata nella neve risulta attualmente al 186% sopra la media del periodo 2006-2015.

Quasi tutte le misure sono state svolte a quote elevate (sopra i 3000 m s.l.m.), dove è più scarsa la presenza di stazioni nivometeorologiche automatiche. Gli operatori del CNM hanno eseguito complessivamente 47 carotaggi e decine di misure dell’altezza del manto nevoso, a quote comprese tra i 2.763 metri alla fronte del Ghiacciaio Pisgana e i 3.620 del Ghiacciaio di Fellaria Occidentale, nei pressi della Forcola di Bellavista.
In particolare, i campionamenti hanno interessato i ghiacciai del Vioz e Dosegù nel Sottogruppo Cevedale-San Matteo, il ghiacciaio di Alpe Sud sul Monte Sobretta e quello dei Vitelli nel Sottogruppo Ortles-Cristallo, i ghiacciai dell’Adamello e del Pisgana nel Gruppo dell’Adamello e quelli dei Fellaria Orientale e Occidentale nel Gruppo del Bernina.
Sono stati riscontrati spessori della neve compresi tra circa 200 cm e oltre 500 cm, e densità elevate variabili da 300 a 500 Kg/m³. I valori più elevati di SWE sono stati misurati sui ghiacciai del Pisgana e del Fellaria Orientale (da 20 a oltre 24 m di neve cumulata), mentre i campionamenti sugli altri ghiacciai hanno evidenziato valori leggermente inferiori: tra 11 e 16 m di neve cumulata.

I dati raccolti concorrono alla stesura del Bollettino Idrologico di Arpa Lombardia, assieme a quelli elaborati dal modello Snowpack, che fornisce la simulazione di un manto nevoso composto da strati, ognuno caratterizzato da specifiche caratteristiche fisiche e meccaniche.
La stima dello Snow Water Equivalent a scala regionale consente di conoscere sia la quantità totale di acqua allo stato solido immagazzinata nella neve sia la sua distribuzione spaziale. Il calcolo dello SWE si basa sulla valutazione dell'estensione della copertura nevosa e sulla stima dell'altezza e della densità del manto nevoso. Si tratta di un parametro importante nel bilancio idrologico, in quanto rappresenta una riserva idrica che ha capacità di rilascio graduale ed è al tempo stesso un fattore da monitorare nella catena di controllo e di allertamento idrogeologico.
Il periodo ideale per l’esecuzione delle misure sui ghiacciai lombardi è quello tardo primaverile – da metà maggio a metà giugno - quando si verifica il massimo accumulo nevoso.
Red.

giovedì 13 giugno 2019

Musica in piazza

La Filarmonica Giuseppe Verdi di Lecco 
in concerto per i suoi 210 anni
Insieme alla Filarmonica sul palco giovedì 20 giugno anche il Coro Polifonico Città di Desio e la nuova Compagnia Teatrale Nuovo Sipario 2000 in costumi d’epoca 

Lecco - Un programma di assoluto fascino per il concerto che celebra i 210 anni della Filarmonica Giuseppe Verdi di Lecco  che si terrà giovedì 20 giugno alle 21 in piazza Garibaldi a Lecco. Realizzato grazie al contributo di Comune di Lecco, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, oltre che di sponsor privati, il concerto estivo che tradizionalmente chiude la stagione sinfonica rappresenterà un'occasione per festeggiare un anniversario importante: nata nel 1809 nel rione di San Giovanni, la Filarmonica Giuseppe Verdi di Lecco detiene infatti il primato della più antica orchestra di fiati della Regione Lombardia e si posizione al quinto posto a livello nazionale. 





(Sopra la doppia locandina dell'evento;
cliccandoci sopra si ingrandisce per una migliore lettura)

Protagonista assoluto della serata sarà Giuseppe Verdi con il suo conosciutissimo repertorio, La Traviata, il Nabucco, I Lombardi alla prima crociata, il Rigoletto, il Trovatore, La forza del destino, l'Aida ed Ernani, per una serata di festa, ma anche un tributo di riconoscenza al genio della musica a cui il sodalizio è intitolato e dedicato.

Insieme alla Filarmonica, diretta dal Maestro Mauro Bernasconi, saliranno sul palco anche il Coro Polifonico Città di Desio, diretto dal Maestro Enrico Balestreri, e la nuova Compagnia Teatrale Nuovo Sipario 2000, che interverrà in costumi d’epoca. Nel ruolo di solisti il soprano Elena D’Angelo, il tenore Francesco Tuppo e il baritono Enrico Maria Marabelli.

Si ricorda che in caso di pioggia il concerto è rimandato a sabato 22 giugno in piazza Garibaldi alle ore 21; oppure, in caso di ulteriore cattivo tempo, al Palataurus Lecco.
Red.

Associazioni e solidarietà

Giro in barca e pranzo solidale
Sabato 15 giugno a Pescarenico sarà recuperato l'appuntamento 
promosso nell'ambito del patto di comunità

Lecco - Sarà recuperato sabato 15 giugno l’appuntamento con i "Pranzi sospesi", l'iniziativa promossa nell'ambito del patto di comunità sottoscritto da Comune di Lecco con Caritas Decanale e l'associazione Volontari Caritas Lecco, in collaborazione con Il Grigio cooperativa sociale onlus e con il contributo della Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus. L'iniziativa "Giro in barca e pranzo solidale" che si terrà sabato 15 giugno è realizzata in collaborazione con Il Barcaiolo e l'Associazione Barche in Legno di Lecco e servirà a finanziare i pranzi sospesi per le persone in difficoltà. 

Il programma prevede alle 10 un giro a bordo delle Lucie davanti al parco Addio ai Monti a cura dell'Associazione Barche in Legno di Lecco, che alle 11.30 inaugurerà il progetto "A.B.I.L. riportiamo una Lucia a Pescarenico" con aperitivo offerto nell'area picnic animato dal gruppo folkloristico Firlinfeu Renzo e Lucia. Alle 12 spazio al  pranzo presso l'area picnic del ristorante Il Barcaiolo di Piazza Era a Pescarenico, con menù per adulti a 20 euro e a 15 euro per i bambini, di cui 4 euro andranno a finanziare i pranzi sospesi, mentre dopo pranzo dalle 14 sarà di nuovo possibile fare dei giri sulle Lucie.

(A lato la locandina dell'evento;
cliccandoci sopra si ingrandisce per una migliore lettura)

Il ricavato delle escussioni sulle barche in legno dell'associazione verrà totalmente devoluto al progetto "Pranzi sospesi". Il pomeriggio sarà inoltre allietato dall'animazione per i bambini dell'Associazione Vibes e sarà offerta loro una merenda. I posti sono limitati, per prenotare il pranzo occorre contattare il ristorante Il Barcaiolo al numero 0341 1841234.
Red.

Turismo e cultura

Visite guidate al campanile di Lecco
Per la stagione estiva sono state programmate diverse visite sia al pomeriggio sia in notturna. La prenotazione è obbligatoria su internet. Visite straordinarie per gruppi

Lecco - Programmate anche per l'estate 2019 le aperture del campanile di San Nicolò di Lecco, attività che richiama lecchesi e turisti per ammirare lo spettacolo della città avvolta dal lago e dalle splendide montagne. Queste le date estive per le visite, di cui di raccomanda la prenotazione.

Giugno
Dom 2 giugno dalle 14.45
Dom 30 giugno dalle 14.45
• Campanile by night
Ven 14 giugno dalle 20
Ven 21 giugno dalle 20
Ven 28 giugno dalle 20

Luglio
Dom 14 luglio dalle 14.45
• Campanile by night
Ven 5 luglio dalle 20
Ven 12 luglio dalle 20
Sab 20 luglio dalle 20
Sab 26 luglio dalle 20

Agosto
Dom 4 agosto dalle 14.45
Dom 25 agosto dalle 14.45
• Campanile by night
Ven 9 agosto dalle 20
Ven 16 agosto dalle 20

Settembre
Dom 8 settembre dalle 14.45
Dom 15 settembre dalle 14.45

Ottobre
Dom 6 ottobre dalle 14.45

Si ricorda che la salita è a offerta libera.  Prenotazione obbligatoria sul sito internet: www.campaniledilecco.it dove vengono riportati anche eventuali date aggiuntive e orari integrativi.

Per gruppi è possibile chiedere visite straordinarie inviando una mail a: gruppi@campaniledilecco.it.
Per ogni altra informazione o richiesta speciale: info@campaniledilecco.it -- Info-line: 371 1758132.
Red.

mercoledì 5 giugno 2019

Sportello informativo

Giornate della trasparenza 2019
I servizi comunali incontrano i cittadini mercoledì 12 giugno pomeriggio al centro Meridiana e sabato 15 giugno 2019 in piazza Garibaldi

Lecco - I servizi comunali incontrano i cittadini mercoledì 12 giugno pomeriggio al centro Meridiana e sabato 15 giugno 2019 in piazza Garibaldi.
Sportello comunale alla Meridiana 
Mercoledì 12 giugno dalle 16 alle 19 al centro commerciale Meridiana, lo sportello informativo comunale gestito dal servizio Comunicazione dedicherà una particolare attenzione agli argomenti riguardanti la trasparenza e i servizi online, oltre a rilasciare il pin/puk della Carta regionale dei servizi (CRS) e le credenziali del Servizio pubblico di identità digitale (SPID).
Stand informativi in piazza Garibaldi
Sabato 15 giugno dalle 9 alle 12.30 in piazza Garibaldi, gli operatori comunali presenteranno progetti e servizi utili ai cittadini; saranno presenti anche i referenti delle associazioni di tutela dei consumatori e di quelle che gestiscono consulenze e sportelli gratuiti in Comune.
Ovviamente questa sarà anche un’occasione di ascolto diretto dei cittadini (per segnalazioni, reclami, suggerimenti).

In particolare in piazza Garibaldi, saranno allestiti questi punti informativi: rilascio del pin/puk della Carta regionale dei servizi, creazione dello SPID, prenotazione della carta di identità elettronica, certificazioni anagrafiche online
Biblioteca civica online e presentazione del progetto “Nati per leggere” informazioni e materiali su raccolta differenziata dei rifiuti, casette dell’acqua, PAESC, Piedibus, sportello Energia stand di impostazione generalista (punto di ascolto su vari servizi e procedimenti comunali, materiali informativi generali: servizi, orari, eventi…)
Punto informativo e di orientamento dei servizi alla persona stand tributi comunali, stand delle associazioni di tutela dei consumatori in forma singola o aggregata
stand delle associazioni che gestiscono sportelli e consulenze gratuite in Comune (notarili, condominiali, amianto, energia, mediazione familiare, sovraindebitamento).
Inoltre, dalle ore 10.30 alle 11.30, si svolgeranno le letture animate per i bambini, a cura delle lettrici volontarie del progetto “Nati per leggere”.

(A lato la locandina degli appuntamenti;
cliccandoci sopra si ingrandisce per una migliore lettura)

Le Giornate della trasparenza 2019 prevedono anche il seminario “Facciamo il punto sul GDPR”.
Martedì 11 giugno 2019, dalle ore 14.30 alle 17.30, nella sala conferenze del Palazzo delle Paure si terrà un incontro di formazione e aggiornamento riservato al personale comunale, aperto agli amministratori, sui temi attuativi del Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali 2016/679 (GDPR), in vigore dal 25 maggio 2018.
Saranno illustrati i principi innovativi del GDPR e quanto si sta facendo all’interno dell’organizzazione comunale, con interventi del Responsabile della protezione dati (RPD, dottor Sandro De Martino) e del avv. Lorenzo Della Bella, che sta svolgendo un ruolo di assistenza tecnica al Titolare del trattamento e al RPD.
Red.