martedì 24 maggio 2016

Corsa e storia



Trail del Viandante, tra sport, turismo e cultura
In 1000 al via domenica 29 maggio dell'edizione 2016, da tre diverse sedi e distanze 

Abbadia Lariana - Un affascinante appuntamento tra sport e storica va in scena domenica 29 maggio sulla sponda orientale del lago di Como. Si trata del “Trail del Viandante” gara di corsa a piendi di diversa difficoltà e lunghezza che si snoda lungo il percorso dello storico Sentiero del Viandante, più volte percorso da migliaia di escursioni e turisti nel corso dell'anno.

 
Il "Trail del Viandante" agonistico, giunto alla 3^ edizione, è nato da un’idea scaturita in seguito alla lettura di un libro, “Il Sentiero del Viandante”, scritto da Giovanna Virgili. Da qui l’iniziativa da parte degli organizzatori di creare un evento sportivo per coniugare sport, turismo e cultura poiché il sentiero fornisce all’atleta non solo il mero gusto della competizione ma la possibilità di arricchire il proprio bagaglio culturale unito ad un sano turismo sportivo.
E per rendere ancora più unico l'evento sportivo, le gare sono state divise in tre chilometraggi e con sedi di partenza diversa.
Alle 7.30 è prevista la partenza della Marathon Trail del Viandante di 49 km da Abbadia Lariana, presso la località Parco Guzzi.
Alle 9 la partenza della Half Marathon Trail del Viandante di 25 km da Bellano, in località Poncia.
Alle 10 la partenza della Mini Trail del Viandante di 7 km da Colico, in località Posallo.
La chiusura delle iscrizioni è prevista per giovedì 26 maggio, al raggiungimento del numero prefissato di massimo 1000 iscritti. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito della manifestazione: www.traildelviandante.it.
Red.

Feste e tradizioni


Settimana di festa nei rioni di Castello e Rancio
Lecco - Settimana di festa nei rioni lecchesi di Castello e Rancio. Dal 20 al 29 maggio si tiene la tradizionale "Fera de Castell", festa del rione lecchese, in programma presso l'oratorio della Parrocchia di Castello. Anche in caso di maltempo la festa proseguirà senza problemi per i visitatori. Per l'edizione 2016 lo spirito è sempre lo stesso, all'insegna della gioia di stare in compagnia per condividere buon cibo, buona musica e anche momenti di sport: fra eventi gastronomici e concerti, infatti, non mancherà nemmeno la tradzionale "Sgambata", gara di corsa non competitiva che si snoderà con due percorsi per le vie di Castello.

 

Non da meno è la Prima...vera festa di Rancio, in programma sabato 28 e domenica 29 maggio con un ricco cartellone di appuntamenti per piccoli e grandi. La tradizionale sagra si svolgerà lungo un itinerario di notevole valore paesaggistico, molto suggestivo, tra case, archi, cantine e antichi vicoli. Con possiblità di degustazioni varie. Insomma, non c'è che l'imbarazzo della scelta per trascorre le prime giornata all'aperto divertendosi in compagnia.
Red.



giovedì 19 maggio 2016

Turismo e cultura


Visita guidata all'incubatoio di Fiumelatte 
e una notte al Museo a Villa Monastero 
Le iniziative, rivolte soprattutto ai bambini, sono in programma sabato 21 maggio

Varenna - Doppio appuntamento sul lago sabato 21 maggio, promosso dalla Provincia di Lecco e soprattutto ai bambini.
Alle 10.30, in collaborazione con la Struttura Caccia e Pesca di Regione Lombardia, è prevista una visita guidata gratuita all’Incubatoio De Marchi di Fiumelatte* per conoscere le attività di riproduzione e vedere dal vivo le attività di incubazione della fauna ittica lariana. Prenotazione obbligatoria, per un massimo di 25 persone, esclusivamente tramite posta elettronica all’indirizzo villa.monastero@provincia.lecco.it.

Sempre sabato 21 maggio, in occasione della Notte europea dei Musei, la Provincia di Lecco ha ideato l’iniziativa Notte al Museo a Villa Monastero: i bambini dagli 8 agli 11 anni potranno trascorrere la serata e la notte a Villa Monastero, con cena al sacco e piacevoli giochi, tra cui una visita serale al giardino e un percorso notturno nel museo. I bambini dormiranno “accampati” con materassino e sacco a pelo all’interno della Villa; questa esperienza si concluderà il mattino successivo con la prima colazione offerta dalla Provincia di Lecco. L’iniziativa, prevista dalle 19 di sabato 21 alle 10 di domenica 22 maggio, è su prenotazione e a numero chiuso e verrà effettuata al raggiungimento di 20 iscrizioni, che dovranno pervenire entro martedì 17 maggio all’indirizzo di posta elettronica villa.monastero@provincia.lecco.it. Il costo dell’iniziativa è di 10 euro.

L’incubatoio De Marchi di Fiumelatte


Nella prima metà del Novecento Marco De Marchi, proprietario dal 1925 di Villa Monastero a Varenna, realizzò a Fiumelatte, in un edificio già adibito a fabbrica di vetri soffiati, un incubatoio finalizzato al ripopolamento ittico del Lago di Como, in sintonia con i suoi ampi interessi di ricercatore e di studioso. Nel 1927 De Marchi donò l’edificio alla Società Lombarda per la Pesca e l’Acquicoltura per l’allestimento di un grande centro di piscicoltura. Dopo la sua morte nel 1936, l’incubatoio venne donato allo Stato Italiano, con la precisa volontà testamentaria di mantenerlo in funzione quale centro destinato ad aumentare la pescosità del Lario. L’attività della struttura è stata assicurata in successione dall’Istituto Italiano di Idrobiologia, dal Consorzio provinciale di tutela della pesca e dalla Provincia di Como fino a quando, dopo alcuni anni di abbandono, la Provincia di Lecco è entrata in possesso dell’immobile e ha iniziato un progetto di recupero finalizzato al consolidamento strutturale, alla realizzazione di locali a uso foresteria e laboratorio e al ripristino del sistema di captazione dell’acqua dalla sorgente e dal lago. L’incubatoio è anche un importante centro per la ricerca sull’ittiofauna.
G.C.

Natura e ambiente

Nel Parco della Grigna Settentrionale 
si apre il primo campo stagionale 
di volontariato internazionale in Valsassina

Lecco - Inizia dalla Grigna Settentrionale la stagione dei campi di volontariato internazionale organizzati da Legambiente Lecco. Quest’anno il primo campo sarà svolto in collaborazione con il Parco Regionale della Grigna Settentrionale e si svolgerà dal 22 maggio al 4 giugno: è un momento estremamente interessante, all’interno del quale vengomo mostrate le bellezze del territorio, che richiamano giovani provenienti da ogni parte di Europa.
Per l'associazione Legambiente è l'occasione di contribuire allo sviluppo di queste aree naturali protette, portando valori quali la sostenibilità ambientale, il riuso e il riciclo e mettendoli in scena dentro il campo di volontariato stesso. Vi prenderanno parte circa una decina di giovani, provenienti da paesi di tutto il mondo. I ragazzi e le ragazze alloggeranno presso il rifugio Riva nel comune di Primaluna. Partendo da questo luogo i volontari si dedicheranno alla cura della segnaletica e alla manutenzione dei sentieri, senza tralasciare le strade sterrate interne al Parco.

 
Il campo sarà realizzato grazie al fondamentale contributo del Parco Regionale della Grigna Settentrionale, che ha colto in pieno le potenzialità dell’iniziativa. Gli scopi che ci si prefigura sono molteplici: innanzitutto lavorare per il mantenimento e la fruizione di un bene comune a disposizione di tutti; supportare il Parco nella sua attività volta a favorire la fruizione turistica, culturale, didattica e ricreativa, in forme compatibili con la difesa della natura e del paesaggio; fare conoscere il territorio lecchese a stranieri che, una volta tornati nei loro paesi d’origine, potranno essere ambasciatori delle bellezze del nostro territorio e rendere possibili scambi culturali fra i volontari e la popolazione locale.
Inoltre, un altro importante messaggio che questa iniziativa intende valorizzare è quello riguardante l’importanza della collaborazione fra i diversi operatori presenti all’interno del Parco Regionale della Grigna Settentrionale. Per le caratteristiche montane del Parco, i rifugi, ma non solo essi, assumono un ruolo essenziale nell’attività di presidio e di manutenzione del territorio, di promozione della sua conoscenza e di fruizione compatibile, nonché di soggetti attivi nella costruzione di relazioni locali. Essi possono costituire una rete utile alla salvaguardia delle risorse naturali e allo sviluppo socioeconomico del territorio e perciò il Parco si è adoperato per promuovere l’incontro di questi operatori con l’organizzazione del campo di volontariato.
Red.

Raduno moto

Il Biker Laghèe Fest accende il week end a Mandello

Mandello - Moto e non solo a Mandello dal 20 al 22 maggio con l'11^ edizione del Biker Laghèe Fest, evento organizzato dall'ominimo moto club mandellese.
Oltre al raduno motociclistico, aperto a tutte le marche appassionati e visitatori avranno modo di divertirsi anche la musica oppure assistendo alle esibizioni del trialista acrobatico Emanuel Angius.
Nel corso del week end sono previsti test di moto di vari marchi, la visita al Museo Moto Guzzi nella mattinata di domenica e pure un raduno riservato ai possessori di Alfa Romeo 155.
Non mancheranno naturalmente gli stand motociclistici e gastronomici per trascorre un week end in compagnia all'insegna dei piatti tipici e della passione per i motori.
La festa si aprirà venerdì alle 18 con chiusura di giornata dopo mezzanotte. Sabato e domenica apertura dalle 9 a tarsa sera.
G.C.



Scuola e professionalità


Serata speciale di premiazioni al CFPA di Casargo
Prestigioso invito in Cina per la scuola alberghiera per nuovi scambi formativi

Casargo - Quasi 300 persone hanno partecipato al Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Casargo alla serata speciale organizzata per premiare i ragazzi e i docenti chef e maître che nel corso dell’anno scolastico hanno conseguito prestigiosi riconoscimenti ai vari concorsi a cui ha partecipato il CFPA. A fare gli onori di casa il presidente di APAF Nunzio Marcelli con i componenti del consiglio di amministrazione Diego Combi e Pina Scarpa, che hanno distribuito ai premiati diplomi, medaglie, targhe, coppe e una simpatica tazza personalizzata, subito “bagnata” dai ragazzi con un brindisi collettivo.
Alla cena, preparata dagli alunni delle classi 2^ A/B/C/D, sono intervenuti il Prefetto di Lecco Liliana Baccari, i funzionari del Ministero dell’Interno West, Mangini e Cosutti, il Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Bellano Maria Luisa Montagna, il titolare delle Coltellerie Sanelli Antonio Sanelli, oltre ai genitori dei ragazzi premiati.


“Abbiamo voluto fortemente questo momento conviviale per condividere con tutti i ragazzi, i docenti e i genitori i numerosi successi ottenuti nel corso dell’anno - commenta il presidente di APAF Nunzio Marcelli - Attraverso la partecipazione ai vari concorsi vogliamo confrontarci con le altre scuole e misurare il livello di preparazione dei ragazzi e dei docenti: i brillanti risultati ottenuti sono per noi motivo di orgoglio e soddisfazione, dimostrano l’eccellenza della nostra scuola, costruita giorno dopo giorno con il lavoro di tutto lo staff, ci stimolano a dare sempre il meglio e a migliorarci ancora di più per garantire ai nostri ragazzi un futuro professionale sicuro”.

Questi i premiati:
Ristorexpo: Alice Ghioni, Maurizio Alberti, Margherita Zagatti, Nicholas Barbagiovanni, Simone Bonfanti, Leonardo Gaiardelli, Alice Ceriani, Martina Tigani, Alessia Errico, Stefano Longhi, Alberto Rossi, Giorgio Ferrari, Lorenzo Ferrari, Filippo Valsecchi, Severino Fascendini, Matteo Mauri, Matteo Mazzucchi, Mattia Brambilla, Francesco Nava, Alex Marin, Noemi Mellera, Federico Gaddi, Giona Gerosa, Elena Dima, Martina Ciaponi, Jean Jack Kaho, Mikaela Scigliano, Veronica Origgi, Rosario Esposito, Gabriele Beretta, Marco Cagliani, Luca Perego, Giorgia Castelluccio, Rossella Forni, Aurora Redaelli, Sofia Bertuzzi, Giorgia Duzzi, Matteo Pasutti, Stefano Spreafico, Michele Milani, Francesca Bernardo, Alessandra Formisano, Luca Negri, Lorenzo Pertesana, Arianna Melesi, Marco Palazzo, Chef Luca Villa, Maître Stefano Rosato, Chef Carmine La Mura, Maître Pellegrino Iannace, Pasticcere Fabrizio Airoldi.

Wellness & Zero Waste - Food & Beverage Contest: Nicholas Barbagiovanni, Ludovico Ermolli, Luca Negri, Matteo Mazzucchi.
Tirocinio alle Canarie: Marco Cagliani, Nicolò Rughetto, Edoardo Gregolin.
Concorso 4 Allievi per 4 Piatti: Lorena Carla Barriga Osinaga, Alice Trenti, Lorenzo Donizetti, Andrea Sala.
Concorso Agroalimentare Confindustria Lecco-Sondrio: Alessandro Meregalli, Luca Perego, Mattia Bertolato, Alessio Castagna, Francesco Nava, Mikaela Scigliano.


(Foto Alberto Locatelli)
 
Nuove opportunità per il CFPA
Nei precedenti alla cena di premiazione, il  presidente di APAF Nunzio Marcelli e il direttore Marco Cimino hanno incontrato a Milano il sindaco della città cinese di Wencheng (389.000 abitanti) Wang Chi e una delegazione della provincia cinese dello Zhejiang. Wang Chi, alla sua seconda visita in Italia, ha voluto incontrare una folta delegazione di concittadini di Wencheng e di italiani per proseguire nello scambio economico e culturale con la città cinese. A Milano e provincia ci sono circa 50 mila ex residenti della città del sindaco che svolgono attività legate al settore della ristorazione. Numerosissimi (circa 170.000) i concittadini del Sindaco che nel dopoguerra sono emigrati in Europa.
"Il sindaco Wang Chi - commentano Marcelli e  Cimino - ha espresso la necessità di una fattiva collaborazione tra i due Paesi e nell'ambito della formazione alberghiera con la scuola di Casargo attraverso la condivisione di progetti finalizzati allo scambio culturale, professionale e formativo tra i nostri studenti e la scuola alberghiera della sua città. Il mercato cinese richiede personale molto specializzato e altamente qualificato. La qualità e la professionalità devono essere elevate, come richiedono le numerose strutture cittadine, molte delle quali sono 5 stelle. Una rappresentanza del CFPA di Casargo è stata invitata alla visita della nuova struttura alberghiera della città di Wencheng nelle prime settimane di settembre per verificare la possibilità di pianificare scambi di studenti tra le due scuole".
Red.

Alimentazione e tradizione


L'agroalimentare lariano apprezzato a "Cibus"  
In particolare il settore lattiero caseario ha avuto modo di evidenziare 
il grande appeal legato alla tradizione e all’eterogeneità dei prodotti

Lecco – Successo alla rassegna nazionale parmense "Cibus" per i formaggi e l'agroalimentare made in Lario. “La “vetrina” di Cibus è stata importante per il territorio lariano, in particolare per il settore lattiero caseario che ha avuto modo di evidenziare il grande appeal e l’eterogeneità di prodotti fortemente ancorati alla tradizione, che possono però divenire strumento di attrattiva per il turismo enogastronomico”. Lo rimarca il presidente di Coldiretti Como-Lecco Fortunato Trezzi, a Parma per la giornata conclusiva dell’importante kermesse dedicata al mondo del food.

 
“Ciò che mi ha particolarmente colpito è stata la grande presenza di buyer e visitatori stranieri: sono certo che anche l’effetto Expo abbia giocato un ruolo decisivo, e non possiamo certo sottodimensionare questo aspetto: l’italianità dei cibo è internazionale come lo sono le bellezze turistiche e ambientali del nostro Paese. Un connubio che risulta particolarmente evidente sul lago di Como. Cibo e agricoltura possono, devono diventare sempre più strumento di marketing territoriale. Lo si fa grazie ai prodotti, ma per poterli ottenere è necessario il lavoro quotidiano delle tante imprese agricole che, con il loro lavoro, assicurano da campi e stalle la provenienza di una materia prima unica e di altissima qualità”, aggiunge Trezzi (nella foto sopra ).

In occasione di Cibus, Coldiretti ha evidenziato anche la ‘svolta green’ che contraddistingue il rapporto tra gli italiani e la tavola: dall’aumento del 50% degli acquisti di alimenti senza glutine all’incremento del 20% di quelli biologici senza l’uso della chimica fino al boom dei consumatori che chiedono la garanzia “Ogm free” e agli oltre 15 milioni di italiani che cercano prodotti a chilometri zero.
“Nel 2015 si è consolidato un orientamento a fare scelte guidate oltre che dal prezzo, anche da attributi di salubrità e naturalità dei prodotti. Un exploit da ricondurre all’attenzione per il benessere, la forma fisica e la salute, oltre che la crescente diffusione di intolleranze alimentari”.
Si tratta di una tendenza in forte ascesa nonostante il sovraprezzo poichè il 70% degli italiani è disposto a pagare di più un alimento del tutto naturale, il 65% per uno che garantisce l’assenza di Ogm, il 62% per un prodotto bio e il 60% per uno senza coloranti, secondo l’ultimo rapporto Coop.  La svolta verso la qualità riguarda anche i consumatori di Made in italy alimentare all’estero con circa un prodotto alimentare italiano esportato su cinque che - conclude Coldiretti Como Lecco - è “Doc” con il valore delle esportazioni realizzato grazie a specialità a denominazione di origine, dai vini ai formaggi, dalle conserve all’olio fino ai salumi, che rappresenta appunto il 21% del totale.
Red.