mercoledì 18 gennaio 2017

Trekking e natura




Torna all'Alpe Giumello il Malamute Day
L'atteso appuntamento è in programma nel week end dal 27 al 29 gennaio

Casargo - Torna anche quest'anno in alta Valsassina l'atteso appuntamento dedicato alla razza canina degli Alaskan Malamute. La XIII° edizione del Malamute Day è in program nei giorni di venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 gennaio all'Alpe Giumello, nel comune di Casargo, dove verranno accolti questi animali con i loro padroni, provenienti da tutto il mondo, che daranno vita a una serie di iniziative per grandi e piccini, per avvicinarsi e conoscere meglio questi esemplari. Nell'attesa che la neve regali quel tocco magico per rendere la manifestazione indimenticabile, ricordiamo l'intenso programma della manifestazione allestito dagli ortanizzatori.



(Cliccando sulla locandina si ingrandisce per una migliore lettura)

Venerdì 27 gennaio:
Ore 10.30: Apertura manifestazione con iscrizioni
Ore 11.30: Lezione cinofila e giro in slitta per i bambini della scuola elementare di Casargo
Ore 16.30: Chiusura piste
Ore 18.00: Aperitivo a base di vin brulè al Tashi Delek Cafè
Ore 20.00: Cena presso l'Albergo Alpino

Sabato 28 gennaio:
Ore 9.30: apertura piste e inizio attività sportive ed educative
In mattinata gara di triathlon e partenza trekking alla cima del Monte Muggio con obbligo di ciaspole
Ore 12.30: Pausa pranzo
Ore 14.30: Dog Trekking
Ore 16.30: Chiusura piste
Ore 18.30: Seminario sullo sleddog e a seguire cena sociale

Domenica 29 gennaio:
Ore 9.30: Apertura manifestazione con attività sportive e iniziarà il raduno tecnico “Winter Winner”
Ore 11.00: Partenza giro in dog trekking
Ore 14.00: Pausa pranzo
Ore 16.00: Chiusura manifestazione
Nella giornata di sabato potrà essere effettuata la valutazione caratteriale del proprio Malamute e farlo visitare per la prevenzione di vasculopatie. E' prevista anche la possibilità di pranzo all’Alpe Giumello presso il Rifugio Shambalà, il Rifugio Capanna Vittoria, il Ristoro Genio e il Ristoro Montebasso.
Red.

mercoledì 11 gennaio 2017

Cultura sul lago


Successo di visitatori a Villa Monastero nel 2016
La struttura sarà aperta anche nei fine settimana di gennaio e febbraio per dare la possibilità ai visitatori di ammirare la Casa Museo e il Giardino Botanico nel singolare fascino dei mesi invernali. Sarà possibile visitare anche le mostre Villa Monastero, tra Shakespeare e Manzoni e Duemila anni di navigazione lariana.

Varenna - Con le aperture straordinarie di dicembre si è conclusa in modo molto positivo la stagione 2016 di apertura al pubblico di Villa Monastero a Varenna: nel corso dell’anno i visitatori sono stati 64.533, in decisa crescita rispetto ai 55.758 del 2015 (+15,74%).

Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti nel 2016 - commenta il Presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano - con dati che superano gli ingressi degli anni precedenti e che premiano l’impegno profuso. Il merito va anche alle numerose iniziative organizzate, dal Carnevale fino alle recenti aperture straordinarie, che hanno caratterizzato il ricco calendario di Villa Monastero: mostre, concerti, attività per famiglie, visite guidate e conferenze sono stati molto apprezzati dal pubblico che ha partecipato sempre numeroso agli eventi proposti. Vincente si è rivelata anche l’idea di aprire Villa Monastero al pubblico durante le festività natalizie: da lunedì 26 dicembre a domenica 8 gennaio Giardino Botanico e Casa Museo sono stati visitati da ben 1.011 persone”.


 Villa Monastero sarà aperta anche nei fine settimana di gennaio e febbraio per dare la possibilità ai visitatori di ammirare la Casa Museo e il Giardino Botanico nel singolare fascino dei mesi invernali: domenica 15, domenica 22 e domenica 29 gennaio, domenica 5, domenica 12, domenica 19, sabato 25 e domenica 26 febbraio dalle 11 alle 17.  Nelle giornate di apertura di gennaio e febbraio sarà ancora possibile visitare le mostre Villa Monastero, tra Shakespeare e Manzoni e Duemila anni di navigazione lariana.

In occasione dell’anniversario della morte di William Shakespeare (1564-1616) la Provincia di Lecco ha proposto una mostra dossier che prende spunto dalla decorazione pittorica ottocentesca del Salottino Mornico, ispirata alla tragedia di Romeo e Giulietta (con la citazione del famoso Bacio di Francesco Hayez nella versione del 1823) composta dal drammaturgo inglese tra il 1594 e il 1596.
A questa vengono affiancati alcuni dipinti, la maggior parte inediti (alcuni dell’interessante Collezione Micheli), dei pittori Matteo Meneghini di Bellagio, Eliseo Sala (dell’artista milanese viene proposta la rara versione Lucia che si affaccia dal balcone nel giorno stabilito dalle nozze databile al 1843), del lecchese Carlo Pizzi, realizzati alla metà dell’800, e una piccola serie di stampe di Bartolomeo Pinelli del 1830, dedicati alla raffigurazione di luoghi, personaggi ed episodi tratti da I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, che ben illustrano le analogie tra i due grandi scrittori. Sono inoltre presenti due sculture dedicate ai protagonisti del romanzo manzoniano (anche un’immagine di Lucia) oltre a un inedito ritratto di Manzoni del pittore malgratese Stefano Galli.

Domenica 15 gennaio alle 15 si terrà l’iniziativa A tu per tu con Manzoni e Shakespeare, una visita guidata alla mostra e alla Casa Museo a cura del Conservatore Anna Ranzi, su prenotazione (villa.monastero@provincia.lecco.it) entro le 14.00 di giovedì 12 gennaio per un massimo di 30 persone.
La mostra Duemila anni di navigazione lariana, allestita nello spazio espositivo, illustra, attraverso modelli di varie dimensioni realizzati in scala e una cospicua serie di pannelli esplicativi, i più significativi esempi di imbarcazioni realizzate sul lago di Como, partendo dalle primissime tipologie che risalgono addirittura all’epoca romana. Curata dall’Associazione Scanagatta, che ha pubblicato nel 1999 il volume Breva e Tivano, motori naturali interamente dedicato a questo tema, la mostra permette al visitatore di apprezzare i diversi tipi di barche (dagli antichi burchielli ai comballi, alla gondola, al navet, al batel e al quatras, fino all’elegante lancia e all’inglesina) che hanno percorso il Lario nel corso dei secoli e di conoscerne le particolarità costruttive sviluppatesi con il passare del tempo.
Durante la settimana è possibile l’apertura delle due mostre su prenotazione (villa.monastero@provincia.lecco.it) per gruppi e scuole. Per altre informazioni: www.villamonastero.eu
Red. 

Montagna e turismo


Al via in Valsassina le Ciaspolate con le guide

Barzio - La neve si fa desiderare ma il programma di Ciaspolate alla scoperta delle Montagne del Lago di Como e della Valsassina è comunque al via. Per gennaio, febbraio e marzo 2017 è stato un ricco calendario di escursioni con le ciaspole accompagnate dalle guide alpine per scoprire le montagne valsassinesi.
La rete di imprese Montagne del Lago di Como, in collaborazione con le Guide Alpine del Lario e delle Grigne, ha predisposto un calendario di escursioni guidate con le ciaspole per i mesi invernali.


La proposta include 16 escursioni di varia difficoltà e copre i weekend dei tre mesi invernali, offrendo a tutti l'occasione di scoprire i luoghi più suggestivi delle Montagne del Lago di Como, con escursioni di giorno e di sera con la luna piena.
Ci sono ciaspolate adatte a tutti: possono partecipare anche gli escursionisti meno esperti, le famiglie e chi non ha mai utilizzato racchette e bastoncini: serve solo un minimo di allenamento al trekking. Le guide alpine illustreranno la tecnica e saranno sempre presenti per garantire la sicurezza durante il tragitto. In assenza di neve le escursioni si svolgeranno a piedi.  Il costo è di € 20 a persona ed è comprensivo di guida alpina. E' gratis per i minorenni accompagnati da un adulto. Si può affittare anche l'attrezzatura al costo di € 5.
Dopo aver condiviso il tragitto e conosciuto nuovi amici, i partecipanti all'escursione potranno  pranzare o cenare in compagnia a prezzo speciale in un rifugio o ristorante convenzionato. Inoltre diversi alberghi, agriturismi e B&B propongono l'offerta Ciaspola&Dormi, sia con formula di pernottamento e colazione, sia con in mezza pensione.

Le prenotazioni si effettuano via web sul sito www.montagnelagodicomo.it al link www.montagnelagodicomo.it/it prenotazione-ciaspolate/ entro due giorni prima della data in programma.
(Cliccando sulla locandina si ingrandisce per una migliore lettura)
Red.

giovedì 22 dicembre 2016

Musica e tradizioni

Vigilia di Natale a Lecco
con il Gruppo Folcloristico Firlinfeu "Renzo e Lucia"

Lecco - Vigilia di Natale nel segno della tradizione lecchese in città. In serata, alle ore 20 è infatti in programma la sfilata del Gruppo Folcloristico Firlinfeu "Renzo e Lucia" sfilerà in centro Lecco, augurando un buon Natale con le tradizionali pive.  Il gruppo Firlinfeu Renzo e Lucia sarà presente, inoltre, anche venerdì 6 Gennaio 2017 nella Parrocchia di San Giovanni durante la Santa Messa e nel pomeriggio, dalle 15, all'Istituto Airoldi e Muzzi.

Il Gruppo Folcloristico Firlinfeu "Renzo e Lucia" è stato fondato nel lontano 1904 da un gruppo di amici volenterosi e soprattutto appassionati musicofili. Il gruppo ha portato in Italia e in Europa il folclore di Lecco e delle tradizioni Lariane.


 Il nome del gruppo "Firlinfeu" è il nome dello strumento utilizzato formato da canne lacustri e le musiche vengono tramandate oralmente. L'armonia degli strumenti colpisce sia le persone adulte sia i bambini perché nella loro semplicità permettono di eseguire pezzi della tradizione popolare e montana.  Il costume attuale è ispirato all'abito "Manzoniano" al dì di festa. La coppia principale veste il vestito di Renzo e Lucia del loro giorno di nozze, ricostruito da alcuni studiosi.

Le Contadinelle indossano sul capo la treccera o raggera, il celebre ornamento di "lunghi spilli d'argento", chiamato nel dialetto lecchese "i guazz", composto da almeno dodici spadine, se ne potevano contare anche trenta e dovevano essere, per tradizione, d'argento. Così il motto del gruppo "melodie di suoni in armonie di cuori" rispecchia i sentimenti che i componenti del gruppo cercano di trasmettere alle persone che li ascoltano durante i concerti.

L'associazione informa che chiunque voglia provare a far parte della tradizione di Lecco è il benvenuto in via Foscolo, 40 a Lecco, tutti i venerdì sera dalle 21 o può contattare il 329 7342888. Per far parte del gruppo Folcloristico Firlinfeu basta aver voglia di un sano divertimento e di una buona compagnia, tutto il resto viene da sè.
Red.



Cultura e turismo




Sistema Museale della Provincia di Lecco: approvata 
la convenzione per la promozione e la valorizzazione
 

Lecco - E' stato approvata all’unanimità dal Consiglio provinciale la convenzione per la promozione e la valorizzazione del Sistema Museale della provincia di Lecco.
Costituito nel 2008 con l’adesione dei quattro musei riconosciuti da Regione Lombardia (Museo delle Grigne a Esino Lario, Casa Museo Villa Monastero a Varenna, Museo Etnografico dell’Alta Brianza e Museo Archeologico del Barro a Galbiate), il Sistema Museale della provincia di Lecco comprende oggi 31 tra musei e raccolte museali di diversa tipologia.
Il Sistema Museale della provincia di Lecco, riconosciuto da Regione Lombardia, era regolato da una convenzione con cui è stato costituito, confermata nel 2013 per tre anni e ora rinnovata per altri tre anni con l’inserimento di alcune novità. Il Consiglio ha ritenuto di aprire le adesioni al Sistema Museale della provincia di Lecco, oltre che ai musei e raccolte, anche agli ecomusei e ai beni culturali.
Inoltre i requisiti di partecipazione sono diventati meno stringenti rispetto a prima. Possono infatti far parte del Sistema Museale della provincia di Lecco:
· musei, raccolte museali e collezioni riconosciuti da Regione Lombardia; soggetti pubblici o privati che abbiano il possesso di collezioni permanenti e/o la disponibilità di collezioni depositate dallo Stato o da altri soggetti, abbiano la proprietà o la disponibilità definita della sede, siano dotati di un atto istitutivo, di uno statuto e/o di un regolamento scritto
· ecomusei riconosciuti da Regione Lombardia; ecomusei dotati di atto istitutivo e di regolamento, con un patrimonio culturale e paesaggistico, materiale e immateriale, da salvaguardare e valorizzare e da strutturare per tematiche principali, riferito a uno specifico territorio identificato e circoscritto, contraddistinto da una storia e da un’identità culturale, sociale ed economica definita e omogenea
· beni culturali del territorio di riconosciuto e rilevante interesse storico artistico etnografico archeologico architettonico paesaggistico fruibile al pubblico


L’oggetto della convenzione è il coordinamento di funzioni, servizi e azioni volti alla valorizzazione dei musei, delle raccolte museali, delle collezioni, degli ecomusei e dei beni culturali presenti nel territorio della provincia di Lecco. La finalità è quella di promuovere e valorizzare il Sistema Museale della provincia di Lecco. Il Sistema Museale della provincia di Lecco si basa su una rete di relazioni tra musei di differente titolarità, dimensione e tipologia, anche in integrazione con altri istituti e luoghi della cultura, per coordinare, integrare e potenziare i servizi offerti al pubblico nel territorio di riferimento.
In questi anni il Sistema Museale della provincia di Lecco ha attuato diverse progettualità finalizzate a valorizzare il territorio e le potenzialità dei musei/raccolte, tra cui:
· la realizzazione degli itinerari turistico culturali SIMPLe Ways dai musei al territorio, verso Expo 2015 e oltre per valorizzare il ricco e vario patrimonio culturale della Provincia di Lecco, partendo dalle collezioni del Sistema Museale per conoscere l’intero territorio, da cui è nata l’APP Simple Ways, scaricabile da LECCOAPP, per far conoscere i dieci itinerari tramite i dispositivi mobili, accedendo all’applicazione multimediale.
· Tra monti e acque…Il nostro territorio racconta, iniziativa rivolta alla valorizzazione dei musei e dei beni culturali presenti sull’intero territorio provinciale, giunta quest’anno alla decima edizione .

“Ringrazio tutti i musei e le raccolte aderenti al Sistema Museale della provincia di Lecco per l’impegno che ci accomuna - commenta il consigliere provinciale delegato alla Cultura e al Turismo Ugo Panzeri - rivolto allo sviluppo non solo del singolo museo ma anche dell’intera comunità locale di cui il museo fa parte, grazie a un miglioramento dell’offerta culturale e turistica del territorio. Inoltre sono soddisfatto che la Provincia, nonostante le difficoltà degli ultimi anni, sia ancora ente di riferimento per il Sistema Museale della provincia di Lecco e mi auguro che il Sistema possa crescere, formando un mosaico di diverse realtà che racchiude le identità e le tradizioni del territorio e che arricchisce l’intera provincia. Auspico che nel prossimo triennio nel Sistema Museale provinciale trovino spazio e collocazione anche i musei della città di Lecco e il suo Sistema Museale, per giungere alla condivisione piena, così come è stato possibile in questo mandato provinciale per il sistema bibliotecario. Il percorso non sarà breve né facile, ma è nel desiderio e nell'impegno di tutti di giungere a questo traguardo”.
Red. 


venerdì 16 dicembre 2016

Storia e ospitalità

I mestieri e i sapori di un tempo rivivono a Corenno
Domenica 18 dicembre il borgo derviese si anima per la seconda edizione della rassegna che propone un viaggio nelle tradizioni nello spirito natalizio di un tempo

Dervio - Appuntamento da non perdere domenica 18 dicembre con la seconda edizione di "Ritorno a Corenno", l'evento dal sapore natalizio proposto per la prima volta lo scorso anno con un notevole successo di partecipanti, nel quale la frazione derviese di Corenno Plinio svelerà ancora una volta tutto il proprio fascino facendo conoscere i propri angoli migliori.
E’ un nuovo evento che consolida l'obiettivo dell’amministrazione comunale di far riscoprire il territorio e far provare quante emozioni sia in grado di offrire con la propria bellezza, le tradizioni, la storia e la cultura, come abbiamo già sperimentato con le iniziative per la riscoperta di altri gioielli del nostro paese.
Il team di organizzatori che fa riferimento al Comune e alla Biblioteca, e che si è già cimentato in questi ultimi tre anni in tante nuove manifestazioni che stanno diventando una piacevole tradizione, si è completato per l'occasione di nuovi collaboratori e ha coinvolto buona parte dei Corennesi, felici di mostrare a tutti la bellezza e l'ospitalità dei luoghi in cui vivono.
Lungo le scalotte del borgo si potranno così rivivere i mestieri e i sapori di un tempo fra presepi, mostre e rievocazioni storiche che ci accompagneranno in un viaggio nello spirito natalizio. Anche in questa occasione il suggestivo borgo di Corenno proporrà decine di attrattive diverse in grado di accontentare un po' tutti i gusti.


Saranno una trentina i luoghi che accoglieranno i visitatori: oltre una ventina i presepi allestiti all'aperto, che resteranno poi visitabili fino al 6 gennaio nell'ambito dell'iniziativa “Un presèpi per ogni purtun”; vi saranno poi 11 luoghi dove verranno rievocati antichi mestieri e situazioni di un tempo passato: la cantina del vino, la latteria, la casa dei lavori femminili, la casa del pescatore, il falegname, la lavorazione della lana, quella della ceramica, l'osteria, e per i più piccoli ci sarà anche la casa della befana. Ci sarà ancora l'occasione di visitare, magari per la prima volta, la ex filanda, dove verrà allestita la mostra "Sul filo della seta", con la ricostruzione dell'allevamento del baco da seta che ha rappresentato una parte importante della nostra storia.
La mostra sarà aperta successivamente fino al 5 gennaio (esclusi i giorni della vigilia, Natale e Capodanno) ogni giorno dalle 14 alle 16. Tra gli altri luoghi visitabili, normalmente chiusi al pubblico, ci saranno anche l’antica "Canavascia" e il cortile di una villa a lago, il torchio e la legnaia di villa Candiani. Il castello verrà aperto per le visite guidate, che illustreranno anche la chiesa e le arche, alle 11.30 e alle 14.30.
Per evitare di congestionare di auto la piazza, che verrà resa pedonale, verranno organizzati bus navetta gratuiti tra Dervio (p.za Municipio) e Corenno (p.za Garibaldi) dalle 10 alle 19. Funzioneranno due punti ristoro aperti dalle 11 alle 18, uno in piazza e uno in cima a una scalotta, che offriranno polenta taragna, salsicce, wurstel con crauti, porchetta, trippa, formaggio e buon vino, mentre lungo le altre scalotte si potranmno trovare anche vin brulé, dolci e altri prodotti tipici.
Sarà possibile ammirare Corenno anche dal lago, con un giro di qualche minuto sulle barche “Lucia” in partenza presso il porto. Lungo le scalotte risuoneranno la zampogna e la ciaramella al mattino, e la fisarmonica nel primo pomeriggio. Nella chiesa parrocchiale dedicata a S. Tommaso di Canterbury verrà proposto alle ore 16 un concerto di Natale per coro, flauto traverso e pianoforte con il coro polifonico “Aldeia” di Castello Brianza.
L'evento poi terminerà per lasciare spazio alla S. Messa delle ore 18.
Tutti gli eventi proposti sono ad ingresso libero, secondo il dettagliato programma della giormata scaricabile dal sito internet comunale www.dervio.org e da Facebook.
Gli organizzatori informano che la manifestazione si terrà con ogni condizione di tempo in quanto tutti gli eventi possono essere comodamente fruiti al coperto.
Il Comune di Dervio e la Biblioteca Comunale ringraziano per la collaborazione nell'organizzazione gli “Amici di Corenno” e tutti i volontari, i proprietari delle cantine e dei luoghi visitabili, Angelo Bonazzola e gli espositori dei presepi, Roberto Pozzi e i collaboratori della mostra, lo Ski Team Derviese per i bus navetta, gli “Amici della Lucia” e il bar ristorante “La Taverna del Castello”.
Red.

mercoledì 7 dicembre 2016

Feste e tradizioni


Natale a Lecco, oltre un mese di eventi per tutti
Concerti, luminarie, trenino, eventi solidali e la pista di pattinaggio in piazza garibaldi tra le iniziative allestite per il periodo delle feste, in programma fino a metà gennaio

Lecco - Con l'inizio del mese di dicembre è partito il programma delle iniziative di Natale previsti a Lecco. Un programma intenso che abbraccerà la città in vari momenti e si concluderà a metà gennaio 2017. Nel dettaglio queste le iniziative in programma.

Sabato 3 dicembre
Accensione albero di Natale a cura dell'Associazione Cancro Primo Aiuto Onlus e le Associazioni del DIPO in collaborazione con il Comune di Lecco in piazza Garibaldi.



Torna la pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Garibaldi, iniziativa a cura del Comune di Lecco in collaborazione con l'associazione LTM. La pista rimarrà aperta fino a domenica 8 gennaio. L'apertura della pista sarà tutti i giorni dalle 15 alle 22/23, nei giorni feriali e dalle 10 alle 22/23, il sabato e nei giorni festivi. Il noleggio  del pattini è di  4 euro l'ora per i bambini e di 6 euro per gli adulti; opzione più i piccoli a 3 euro se in gruppo. Il ricavato della pista di pattinaggio sarà devoluto a Telethon.
Per informazioni: 329 6150422.

(A lato la locandina della pista di pattinaggio; cliccandoci sopra si ingrandisce per una migliore lettura)
Domenica 4 dicembre
San Nicolò d'Oro – Teatro della Società, a cura del Comune di Lecco ore 11.15 Cerimonia delle Civiche Benemerenze con il coro dell'Istituto Civico musicale G. Zelioli e "I piccoli cantori delle colline di Brianza". A seguire alle ore 16 presso il Teatro della Società il Concerto di S. Nicolò a cura della Filarmonica Giuseppe Verdi di Lecco in collaborazione con il Comune di Lecco-

Da domenica 4 dicembre al 15 gennaio 2017 rimarrà aperta la  "VI mostra di Presepi artigianali e diorami" presso il Palazzo delle Paure a cura dell'Associazione Italiana Amici del Presepio in collaborazione con il Comune di Lecco
Orari di apertura: martedì, mercoledì e venerdì 9.30 -18;  giovedì 9.30 - 18, 21 - 23; sabato e domenica 10 - 18; apertura straordinaria a Capodanno ore 14 - 18;  chiuso tutti i lunedì, Natale e S. Stefano. Ingresso ridotto per tutti 2 euro.

Periodo natalizio 
Luci e colori in piazza Garibaldi e xx Settembre, iniziativa promossa dal Comune di Lecco in collaborazione con LTM.
Aspettando il Natale con gli zampognari per i rioni della città, a cura del Comune di Lecco.
Luminarie Natalizie, Confcommercio in collaborazione con il Comune di Lecco.
Castello si illumina: luminarie natalizie nel rione di Castello, a cura dell' Associazione ALPI Lecco.
Armonie natalizie in filodiffusione in via Carlo Cattaneo a cura dell'Associazione commercianti di via Carlo Cattaneo.
Presepio a Palazzo Bovara a cura del Comune di Lecco in collaborazione con l'Associazione Amici del Presepio.
Trenino di Natale, partenza dalla piazzetta del Centro Meridiana al centro storico e ritorno, a cura del Centro Meridiana in collaborazione con il Comune di Lecco. Orari: 10 - 13 / 15 - 19.
Lascia un "sospeso", iniziative per finanziare "pranzi sospesi" per persone in difficoltà socio-economica promosse dall'Associazione volontari Caritas di Lecco, con il patrocinio del Comune di Lecco, nell'ambito del progetto ABC - Abitare Bene la Comunità.
Queste le date:
12 dicembre: Pizza solidale - Pizzeria Ristorante 2001, via Pio Paolo Perazzo 8, ore 19.30
13 dicembre. Colazione solidale - Vespacafè, viale Adamello 36/38, ore 7.30
15 dicembre: Cena solidale, gusto valtellina - Il Barcaiolo, piazza Era 2, ore 20
17 dicembre: Ape solidale con salita al campanile - Bar Baff, via Belvedere 4, ore 18.30
Ulteriori informazioni sul sito: www.comunelecco.it. Il programma potrà subire delle variazioni.
Red.